L’UdC del Casentino seleziona 6 soggetti per partecipare ad un’attività di co-progettazione in ambito sociale

Il bando avviato dall’Unione dei Comuni Montani, che scadrà alle 13 del 5 settembre 2019, prevede la selezione di massimo 6 soggetti qualificati – cooperative sociali e/o loro consorzi, associazioni di volontariato, di promozione sociale, altri soggetti del Terzo Settore, altri soggetti che perseguono finalità sociali e/o di inclusione sociale – per partecipare ad un’attività di co-progettazione e alla realizzazione di un progetto sottoposto successivamente a valutazione ed eventuale approvazione della Regione Toscana che ha stanziato per la Zona Aretina Casentino Valtiberina un importo pari a 250 mila euro. L’ambito territoriale di riferimento per la realizzazione dello stesso progetto è la Zona Distretto Aretina Casentino Valtiberina. I soggetti selezionati parteciperanno insieme all’Unione dei Comuni ad un processo di co-progettazione che prevede una serie di incontri al termine dei quali, insieme agli altri Enti della Zona, dovranno produrre un progetto che verrà sottoposto a valutazione regionale per promuovere nel territorio interventi finalizzati all’integrazione e coesione sociale e per la tutela dei bisogni essenziali della persona umana:

  1. a) attività di pronto intervento sociale finalizzate alla copertura dei bisogni essenziali delle

persone;

  1. b) interventi di accoglienza temporanea e di accompagnamento all’autonomia socio-abitativa;
  2. c) attività di orientamento e consulenza a carattere giuridico – legale;
  3. d) attività di promozione della coesione e inclusione sociale nelle comunità toscane, anche

attraverso azioni finalizzate alla crescita delle competenze;

  1. e) attività di orientamento ai servizi e alle opportunità del territorio con particolare riferimento

all’inclusione socio-lavorativa.

Le attività dovranno concludersi entro il 31/12/2019.

Il progetto dovrà essere elaborato entro la scadenza prevista dall’avviso regionale, ovvero il 18 settembre. Ruoli, funzioni, incarichi e budget, nonché la composizione del partenariato del progetto da presentare, saranno discussi e decisi durante la fase comune di coprogettazione. I servizi promossi dal progetto si rivolgeranno alle persone in stato di vulnerabilità e marginalità sociale con residenza o dimora nella Zona-Distretto Aretina Casentino Valtiberina e in particolare richiedenti asilo, titolari di protezione internazionale o umanitaria e cittadini stranieri in possesso di una delle altre tipologie di permesso di soggiorno. Le proposte di adesione pervenute saranno prese in esame ed analizzate da una Commissione appositamente nominata, composta da personale tecnico degli enti facenti parte della Conferenza dei Sindaci della Zona. Le adesioni dovranno essere indirizzate all’Unione dei Comuni Montani del Casentino, esclusivamente mediante PEC all’indirizzo: unione.casentino@postacert.toscana.it.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa