Medaglia all’ex partigiano di C. San Niccolò, ma il sindaco non c’è

Grave assenza del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale alla consegna della Medaglia della Liberazione al nostro concittadino Giuseppe Luzzi.
Ieri, 25 aprile, presso la Prefettura di Arezzo il Prefetto, a nome del Capo dello Stato, ha consegnato al nostro concittadino GIUSEPPE LUZZI ed ad altri ex partigiani il prestigioso riconoscimento. Alla cerimonia hanno partecipato, oltre al Presidente della Provincia e al nostro concittadino Assessore Regionale Vincenzo Ceccarelli, anche i Sindaci dei Comuni di residenza dei partigiani. 
Il nostro Sindaco, Paolo Agostini, che non ha avuto nemmeno la cortesia di inviare un suo rappresentate, ha brillato per assenza, dimostrando in tal modo una totale ignoranza delle buone maniere, oltre che una grave mancanza di rispetto nei confronti delle Istituzioni dello Stato presenti nel nostro territorio.
Il mito puerile e sciocco del “partito scozzese” ha forse offuscato le idee a chi, chiamato a governare la nostra comunità di liberi cittadini, sta sistematicamente ignorando e tradendo un passato che, pur tra luci e ombre, fa parte di ognuno di noi. E’ vergogna di tutti noi chi, paladino sino a ieri di valori condivisi legati alla nostra cultura e alla nostra più autentica tradizione, ha sotterrato una democrazia condivisa e partecipata per divenire vittima inconsapevole di chi è stato sconfitto dalla storia e da una lotta di popolo condivisa.
A Beppe, partigiano del Pratomagno, compagno della prima ora, cittadino di Castel San Niccolò e iscritto al nostro Circolo gli auguri più veri, più caldi e più sinceri da tutti noi. Possano il tuo impegno, la tua lotta e la tua tenacia essere da esempio ai giovani e monito per tutti noi per perseguire negli ideali e nei valori che cittadine e cittadini hanno portato avanti con ostinazione e determinazione sino a dare la loro propria vita.
L’abbraccio al partigiano, al cittadino, al compagno, all’amico con la simpatia e la stima di sempre!
Comunicato stampa Circolo PD castel san Niccolò