Messa in sicurezza della Foresta Sacra della Verna per tutelare i turisti e il Santuario

Una squadra specializzata nella manutenzione del verde è intervenuta per la messa in sicurezza della Foresta Sacra della Verna. Alcuni alberi infatti, in seguito ad attenti controlli, sono risultati secchi o affetti da gravi deperimenti e fitopatie, quindi ad elevato rischio di caduta. In forza della convenzione stipulata tra l’Unione dei Comuni, la Regione e la fraternità francescana, una volta  acquisiti tutti i necessari provvedimenti autorizzativi e il Nulla osta dell’Ente Parco delle Foreste Casentinesi, un team di operai specializzati nei giorni scorsi, è intervenuto con piattaforme mobili specializzate ed esperti tree-climber per potare i rami ritenuti pericolosi e tagliare alcune piante che si trovavano a ridosso del sentiero, percorso ogni giorno da decine e decine di turisti. Il rischio caduta non riguardava solo i tanti turisti, ma anche le zone antistanti il piazzale del Santuario: un albero a rischio crollo infatti si trovava proprio a ridosso del Sasso Spicco. L’operazione, programmata in vista della stagione invernale e degli eventi atmosferici sempre più violenti, si è conclusa con successo e ha riportato in sicurezza l’intera area.

“La sicurezza è da sempre una nostra priorità – ha dichiarato il sindaco di Chiusi della Verna e assessore alla forestazione nell’Unione Giampaolo Tellini – i lavori dei giorni scorsi hanno risolto una situazione di criticità con il taglio delle piante secche e dei rami pericolanti sia per i tanti visitatori che per il Santuario stesso. Un ottimo intervento effettuato da operai specializzati, una squadra esperta che ha collaborato con il personale dell’Unione dei Comuni che si occupa della manutenzione della Foresta Sacra”.

c. stampa

Ultimi Articoli

Ultima settimana del Festival del Libro di Bibbiena: altri grandi autori e altri eventi

Un festival da record nelle prime due settimane: 1430 persone che hanno partecipato ai vari eventi, più di 500 libri venduti, 40 insegnanti del...

Da Badia Prataglia una storia d’amore di altri tempi

Ti chiamerò Flora Questa è una storia d’amore apparentemente al pari di una delle tante altre nate in tempo di guerra, che la guerra ha...

Carlo Toni a proposito di Poppi e turismo

«La Regione Toscana in base alla L.R. n. 86 - 2016/2018 - informazione e accoglienza turistica - ha stabilito che si costituissero gli A.T.O....