“Michelangelo, la questione sarà esaminata insieme a Caprese”

Lo dice il Sindaco di Chiusi della Verna Tellini: “Non agiremo da soli”

“Qualunque cosa decideremo di fare, i nostri passi futuri li faremo concertandoli con il Comune di Caprese. Non facciamo certo una gara a chi è più bravo, oggi abbiamo aperto un altro cantiere ma non per scippare qualcosa a qualcuno; abbiamo solo il dovere, come amministratori, di dare alla verità il peso che deve avere”. Così il Sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini si è espresso al termine della presentazione del libro “Sotto fatale e felice stella in Casentino”, edito da Edifir Firenze, nel quale un pool di ricercatori afferma di aver ricostruito al di là di ogni ragionevole dubbio il percorso che porta al riconoscimento di Chiusi della Verna come paese natale di Michelangelo Buonarroti. “Con il Sindaco di Caprese mi sono già sentito – ha aggiunto Tellini – e ho spiegato che la nostra non è un’uscita estemporanea, ma solo il riconoscimento del merito che va ascritto al lavoro degli storici, se ciò serve ad eliminare un falso ben venga, ma non credano i nostri amici di Caprese che abbiamo agito per denigrare o gettare discredito su qualcuno”.
Come hanno spiegato la curatrice del libro Nicoletta Baldini e gli altri coautori, l’assunto di oggi si basa sul fatto che il documento cinquecentesco accettato come “atto di nascita” di Michelangelo a Caprese sia un falso costruito artatamente in occasione del IV centenario della nascita del Buonarroti, perché in quel frangente serviva alla politica locale dare uno “scoop”. Oggi non sarà facile tornare a rivendicare l’autenticità di quel documento, sulla base del quale nel 1913 per Regio Decreto Caprese poté aggiungere la dicitura “Michelangelo” addirittura al nome del Comune. “Ho scritto nella prefazione del libro – conclude Tellini – che Chiusi potrà giovarsi di tale riaffermazione in senso storico e scientifico, ma ribadisco che il dialogo con Caprese sarà necessario anche per dare forza ad una verità oggi riscoperta. Non vogliamo sottrarre niente, il Comune da parte nostra resta Caprese Michelangelo, noi sosterremo che l’artista è nato a Chiusi della Verna come dicono gli ultimi chiarimenti, perché riportare alla luce la verità fa onore a entrambi i Sindaci”.

Poppi, 01 dicembre 2016.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa