Ha scritto parole tra le più belle e indimenticabili di tutta la musica d’autore italiana: Giulio Rapetti, in arte Mogol, il pomeriggio di sabato 1 giugno (ore 17.30) racconterà il suo cammino artistico e umano a Romena.
Mogol recupererà così l’incontro che doveva svolgersi un anno ma che fu rinviato a causa di un problema di salute. Insieme al famoso paroliere sarà a Romena anche Simone Cristicchi, interprete, autore, cantautore, grande amico della Fraternità che intervisterà Mogol e darà voce ad alcune delle sue grandi canzoni, quelle scritte per Battisti, Celentano ed altri grandi artisti italiani.

L’incontro, intitolato “Tu chiamale, se vuoi, emozioni”, si inserirà in un più ampio percorso che si svilupperà nel corso del fine settimana, dal titolo “Mio fratello che guardi il mondo” (vi parteciperanno, tra gli altri, Agnese Moro, Domenico Quirico e Giusi Nicolini).
Sempre in questa occasione, Cristicchi presenterà anche un grandissimo evento che lo vedrà protagonista a Romena la sera di sabato 24 agosto: un concerto con orchestra all’aperto, davanti alla pieve.

L’ingresso all’incontro con Mogol e Cristicchi di sabato 1 sarà aperto ma, come avvenuto in tutti gli altri convegni di Romena, chi si è iscritto a “Mio fratello che guardi il mondo” avrà una priorità nell’ingresso in auditorium. Saranno disponibili, oltre ai posti in auditorium, anche quelli di una seconda sala attigua (il portico) dove è stato installato uno schermo.

Comunicato stampa
Edizioni Romena
Pratovecchio Stia, 29 maggio 2019