Montemignaio e le sfide del 2016, un anno di lavori pubblici

Il Sindaco Mugnaini li riassume in un lungo post su Facebook
 E’ il più piccolo dei comuni del Casentino, emblema degli Enti montani e rurali, e in questi giorni di fine anno non solo si ripopola di gente che si allontana dalla città per trascorrere le feste, ma a qualcuno torna a fare “invidia” per il contatto con la Natura e per i ritmi a misura d’uomo. Montemignaio si tuffa nel nuovo anno con una serie di opere fatte e da fare, come ricorda a tutti il Sindaco Massimiliano Mugnaini attraverso un lungo post pubblicato su Facebook in questi giorni “Il 2015 si chiude con tanti accadimenti locali e non che lasciano molti dubbi e poche certezze.
Vedremo con ottimismo e speranza cosa ci riserverà il 2016, intanto continuiamo a fare ciò che ci è possibile, con il massimo impegno, per risolvere i tanti problemi che un piccolo paese montano presenta”. 
Negli ultimi giorni del 2015 il Comune ha affidato definitivamente due opere pubbliche molto importanti: “La risoluzione di un problema fognario e di regimazione delle acque in loc. Cerreto, un fatto che per anni ha creato disagi e problemi, e l’installazione di circa 250 mt di guard rail a protezione della viabilità, in varie zone di Montemignaio”. Segmenti di barriere verranno installati nelle zone del cimitero alla Consuma, nelle loc. Campiano e Santo, e in due tratti sopra il bivio di Calipertiche. “Si prosegue – aggiunge Mugnaini – nel lavoro iniziato otto anni fa per la messa in sicurezza delle nostre strade”. Il Sindaco ricorda anche il grande lavoro fatto nell’anno appena finito sulla frana che ha interessato la zona della Pieve, con cantieri aperti tutta l’estate, bus navetta per residenti e villeggianti, ma un impegno rinsaldato della sua Amministrazione contro i rischi di dissesto idrogeologico. Poi conferma che sta procedendo l’iter per l’ampliamento del campo sportivo (la squadra di calcio di Montemignaio veleggia nelle zone alte della classifica in Seconda Categoria) e la valutazione per l’allargamento del cimitero. 
“Approfitto dell’occasione per ringraziare tutti i miei colleghi che, con me, fanno parte dell’Amministrazione Comunale e che portano avanti questa avventura. Un grazie particolare a tutti i dipendenti per la professionalità e la collaborazione che dimostrano ogni giorno; ai ragazzi del servizio civile, alle insegnanti della nostra scuola primaria e dell’infanzia e alla direttrice per il lavoro che svolgono con grande passione, facendo della nostra scuola un fiore all’occhiello per il paese e non solo. Ringrazio anche le tante associazioni e i loro volontari per il servizio prezioso e vitale che svolgono per la nostra comunità, e tutte le attività economiche del paese che contribuiscono, con i loro servizi, a renderlo vivo. L’ultimo grazie è per tutta la popolazione, residente e non, per la pazienza, la collaborazione e l’attaccamento a questo bellissimo territorio, senza il quale Montemignaio non sarebbe quello che è”.
 
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa