Nata, Piccoli Sguardi: la 20^ edizione (Rassegna teatrale per le scuole del Casentino)

Il Brutto Anatroccolo e Annunziata detta Nancy
Auditorium Scuola Media Poppi (AR) e Auditorium Scuola Media Stia (AR)

Prosegue senza sosta Piccoli Sguardi, la rassegna teatrale per le scuole del Casentino giunta ormai alla sua ventesima edizione. Questa settimana presente in scena la compagnia NATA, nonché curatrice della rassegna, con due spettacoli volti a ogni fascia scolastica.
Giovedì 22 novembre alle ore 9:00 parte in doppia replica nell’Auditorium della scuola media di Poppi (AR) con “Il Brutto Anatroccolo” di Livio Valenti, interpretato da Mirco Sassoli e Livio Valenti, insieme alle musiche di Lorenzo Bachini, le scenografie di Andrea Vitali e i pupazzi di Roberta Socci.
Ci troviamo nel giardino delle uova pensierose e due strani personaggi hanno il compito di accudirle; infatti, sono delle uova particolari: custodiscono i sogni e le speranze di tutti gli uomini. Poi un giorno, le uova si schiudono e nasce un goffo pulcino; lui è diverso dagli altri e per questo rifiutato da tutti, tanto che decide di fuggire. Durante il viaggio, affronterà mille e mille peripezie, incontrando molti personaggi che lo aiuteranno e… altri che lo ostacoleranno.
Il giorno seguente, venerdì 23 novembre alle ore 10:30, torna a grande richiesta nel paese natale Riccardo Goretti in “Annunziata detta Nancy” presso l’Auditorium della scuola media di Stia (AR).
Da un evidente paradosso nasce un racconto spontaneo. Che ha come scopo proprio quello di annullare il paradosso iniziale. Come si può accettare che la persona che vi parla sia anche la sua stessa nonna, e poi suo padre e poi sua madre? Forse la risposta si può trovare seguendo il filo dei ricordi, dondolando in bilico sugli anni passati che sembrano sempre presenti, provando a capire che tutti noi non siamo, né siamo mai stati, né saremo mai, solo il nostro corpo. E non perché abbiamo un’anima. Perché abbiamo cellule, sangue, capelli, occhi. E sono le cellule, il sangue, i capelli e gli occhi di tutte le persone che hanno compiuto l’unico atto eroico possibile al mondo: creare un’altra vita dalla loro vita. Non abbiamo un’anima, ma abbiamo tanti corpi.
Un monologo semplice e diretto, per raccontare i molti corpi della persona che vi sta davanti. Per raccontare, marginalmente, molto marginalmente, gli ultimi ottant’anni di storia italiana.

Piccoli Sguardi – 20°edizione. Progetto a cura di NATA con il sostegno del MiBAC, la Regione Toscana, la Rete Teatrale Aretina, RAT e la Fondazione Giuseppe e Adele Baracchi. Partecipazione al progetto dei Comuni della Vallata del Casentino e sponsorizzato da: Miniconf, Poggi Group, D.R.E.AM, Laife S.p.A., Aruba, Inplaf e Lina Giorgi snc.
Info e prenotazioni: 335 1980510 – nata@nata.it

Ultimi Articoli

Analisi e previsioni sull’economia tedesca: rallentamento e prospettive per il futuro

L'economia tedesca si trova attualmente di fronte a sfide significative, come evidenziato dalle previsioni per il 2024. Gli indicatori principali attualmente disponibili non indicano...

D.R.E.Am Italia compie 45 anni di vita

21 milioni di euro da finanziamento europeo portati sui territori in 20 anni di attività sul progetto LIFE insieme a altri partners D.R.E.Am  Italia, l’azienda...

All’Isis Fermi di Bibbiena la “Bottega dell’Arte”: un laboratorio di pittura per studenti con disabilità e una mostra

“Talvolta le magie sono più concrete di quello che si può pensare. La magia è quando alcune persone di buona volontà si mettono insieme...