Nuova gestione per la Rsa di Strada in Casentino

Riqualificazione e messa in sicurezza della Rsa di Strada in Casentino: oltre 600 mila euro di investimenti previsti nella struttura. Firmato l’accordo per la nuova gestione.

Siglato il contratto di concessione della Residenza Sanitaria Assistita “Casa Albergo” di Strada in Casentino tra il comune di Castel San Niccolò, l’Unione dei Comuni Montani del Casentino e il Consorzio Comars di Monte San Savino, che sarà il nuovo gestore. Grazie alla conclusione di questo percorso a favore della struttura residenziale per anziani, di proprietà del comune di Castel San Niccolò e in gestione all‘Unione dei Comuni, saranno realizzati interventi di riqualificazione e adeguamento sismico per oltre 600 mila euro. L’accordo prevede il miglioramento dell’assistenza fornita agli anziani con interventi di ristrutturazione dei locali esistenti, l’installazione di nuovi arredi, la creazione dei locali per il soggiorno e l’accoglienza dei familiari, con la creazione di spazi di area verde dove sarà realizzato un giardino. L’intervento complessivo consentirà alla struttura di accogliere fino a 19 anziani non autosufficienti, dando così una risposta importante in un territorio che vede il trend in aumento della popolazione anziana residente e soprattutto dei “grandi” anziani, spesso non più autosufficienti. Il progetto di gara ha incluso anche l’affidamento del servizio di preparazione dei pasti per i bambini della scuola materna e il nido di Castel San Niccolò, oltre che per gli ospiti del Centro Diurno “Il pesciolino rosso” di Pratovecchio Stia, utilizzando il punto cottura presente nella struttura e ottimizzando in tal modo anche la preparazione dei pasti. Sono stati così apportati elementi qualitativi anche alla mensa scolastica con l’utilizzo delle materie prime e la selezione dei fornitori con una preferenza per i prodotti a Km zero, la filiera corta e l’agricoltura sociale, i prodotti a denominazione di origine protetta (DOP) e ad indicazione geografica protetta (IGP). L’obiettivo del piano è stato fin da subito quello di migliorare la qualità dei pasti forniti ai bambini e alle persone con disabilità, attivando collaborazioni con aziende agricole ricadenti del territorio, in maniera da garantire la qualità dei prodotti forniti provenienti da filiera corta o a Km zero.

“Con la firma del contratto e la concessione al Consorzio Comars, si è concluso un percorso importante non solo per il comune di Castel San Niccolò ma anche per tutto il Casentino. La struttura, grazie a questo piano di riorganizzazione, sarà riqualificata e messa in sicurezza arrivando ad ospitare 19 anziani non autosufficienti – ha dichiarato il sindaco Antonio Fani – sarà offerto un servizio di qualità a tutto il territorio, con una di mensa rinnovata a beneficio anche delle scuole e dei centri diurni. La materna inoltre, per la prima volta, potrà beneficiare del servizio di lavaggio delle stoviglie, abbandonando così per sempre l’utilizzo della plastica. Ringrazio tutti gli attori che hanno preso parte all’accordo”.

“Grazie a questo percorso la Rsa di Strada in Casentino sarà rinnovata e messa in sicurezza, con spazi all’aperto per gli anziani, arredi nuovi e servizi di qualità che nel caso della mensa andranno a beneficio anche delle scuole e dei centri diurni. La firma dell’accordo è un obiettivo centrato al termine di un lungo lavoro, grazie al quale la vallata potrà beneficiare di una struttura più sicura e di qualità” ha dichiarato l’assessore al sociale nell’Unione dei Comuni Eleonora Ducci.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa