Nuova riorganizzazione del PD di Poppi

Lo scorso 12 gennaio si è svolto al Centro Sociale di Ponte a Poppi un incontro organizzato dal Partito Democratico di Poppi, nella cornice della giornata organizzata per portare alla conoscenza dei cittadini gli effetti negativi della manovra finanziaria e dei primi 7 mesi di governo giallo/verde.

E’ stata l’occasione per presentare la nuova organizzazione del Partito Democratico di Poppi, che prevede un rinnovato incontro con i cittadini, da farsi in modo periodico su temi specifici, un nuovo impegno sui social e la possibilità di avere un filo diretto attraverso il nuovo indirizzo mail:
partitodemocraticopoppi@gmail.com
La giornata che ha avuto un ottimo riscontro, sia dal punto di vista delle presenze che dei contenuti proposti, ha marcato le contraddizioni dell’attuale governo e registrato i dati più importanti che si stanno materializzando in campo soprattutto economico.
Tra i dati più eclatanti, purtroppo in negativo, ci sono quelli relativi al prodotto interno lordo, ovvero la ricchezza che viene prodotta nel paese.
Ebbene, abbiamo fatto notare che il precedente governo ha lasciato il proprio incarico con un prodotto interno lordo in aumento dell’1,6% mentre i dati che sono arrivati nella seconda metà del 2018 e i primi segnali del 2019 portano a pensare che il paese si stia avvicinando ad una pericolosa recessione dovuta all’incertezza creata da questo governo e dalle dinamiche internazionali legate a battaglie commerciali dei paesi sovranisti che spingono a far salire i dazi e a far calare il libero commercio.
Nel campo dei temi sociali si è ribadito che il decreto sicurezza del Ministro Salvini, già aspramente criticato da buona parte dei Sindaci italiani, è sicuramente un atto pericoloso per il paese e per i cittadini, in quanto rende non controllabili tutti coloro che hanno avuto un regolare documento di protezione umanitaria e che da un momento all’altro se lo vedono rendere inefficace e quindi fa precipitare nell’irregolarità migliaia di persone che sono arrivate nel nostro paese e aumenterà, inevitabilmente, il bacino di irregolari presenti in Italia.
Tornando al Partito Democratico di Poppi, comunichiamo che i prossimi incontri da farsi da qui alla fine di maggio potrebbero essere altri due, uno riguarderà i temi europei e un altro i temi di politica locale.

Cpomunicato stampa Partito Democratico di Poppi
Il Segretario
Riccardo Acciai