Palazzo Niccolini: approvato il progetto definitivo per un miglioramento strutturale

La Giunta ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione di un intervento di adeguamento e miglioramento strutturale ai fini della la riduzione del rischio sismico del Palazzo Niccolini, sede degli uffici comunali. Adesso il progetto passerà al vaglio del Genio Civile.  
L’intervento muove da due esigenze fondamentali, ossia ottenere un’adeguata sicurezza strutturale sia in termini statici che di resistenza al sisma, sia massimizzare la conservazione delle componenti originali. Le azioni previste saranno pertanto le seguenti: ricostruzione/ispessimento delle murature, la chiusura delle nicchie, ossia come apertura che si trovano in prossimità degli incroci murari, inserimento di nuovi telati metallici non visibili, inserimento di tiranti metallici, recupero delle pavimentazioni originali, realizzazione nuova copertura in legno, una nuova struttura metallica per il locale archivio 
L’investimento complessivo per l’intervento è di 1.585.656,24  euro, concesso dalla Regione Toscana con Decreto dirigenziale n. 6144 del 21/12/2012 a valere sui fondi della L. n. 77/2009 annualità 2011 destinati al finanziamento di interventi per la riduzione del rischio sismico su edifici pubblici strategici.
Il palazzo, oggi sede del Municipio, si affaccia su via Berni e fu costruito aldilà della cinta muraria medioevale nella prima metà del XVII sec., probabilmente nel 1645. Nel soffitto della scalinata d’ingresso sono affrescati una coppia di putti che trasportano in cielo uno scudo con catene d’argento esempio di pittura del periodo lorenese. Attraverso l’ampio scalone si accede al primo piano dove si trovano un salone che affaccia su via Berni, con caminetto e pareti laterali affrescate, stanze più piccole, anch’esse decorate e una cappella dove si trova un altare dal gusto rocaille.
Comunicato stampa Comune di Bibbiena
 
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma scrive a Ponte a Poppi, in Casentino, dove vive. Sposato con Veronica, babbo di Umberto, direttore del periodico Casentinopiù dal 2013, è anche “scrittore”, giornalista, tabaccaio, “ciclista”, "padelista" e “tennista”: quasi tutto rigorosamente tra virgolette.

Ultimi Articoli

Statale 71: lavori, semafori e disagi per i pendolari

Lavori alla Gravenna: “La Regione a inizio anno aveva assicurato che non ci sarebbe stato nessun altro semaforo prima della conclusione dei lavori sul...

Al teatro Dovizi va in scena “STAGIONI”, saggio della Scuola di Teatro NATA

Sul palco del Teatro Dovizi di Bibbiena va in scena il saggio/spettacolo del gruppo della Scuola di Teatro Nata diretto da Alessandra Aricò, regista...

Una mobilitazione solidale per donare un nuovo mezzo alla Misericordia di Bibbiena

Il progetto, dal titolo “Muoversi & Non Solo”, è promosso dalla Eventi Sociali per sviluppare servizi sociosanitari. Il coinvolgimento delle aziende e degli imprenditori...