Parco, azienda agricola senza acqua a causa delle basse temperature

Le condotte ghiacciate, a causa delle temperature rigide di questo periodo, hanno impedito per giorni l’approvvigionamento idrico del podere Val di Noce, situato al di sotto del Passo della Braccina, 950 mt di quota, all’interno del parco nazionale delle Foreste casentinesi.

Una sorgente d’acqua situata sul versante est del Monte Guffone rifornisce, tramite una condotta interrata, l’azienda agricola della famiglia Ulivi, ivi residente dal 1957, garantendo acqua potabile agli occupanti ed all’attività, consistente nell’allevamento di bovini. Vista la situazione di grave disagio e rischio per la salute degli animali, si è provveduto pertanto ad attivare nell’immediato e sino a cessata emergenza un servizio di rifornimento idrico garantito tramite l’impiego di un mezzo speciale antincendio, in considerazione dell’orografia impervia del luogo e delle condizioni di innevamento al suolo, messo a disposizione dal Coordinamento Territoriale Carabinieri per l’Ambiente di Pratovecchio col personale dei Reparti di Corniolo e Premilcuore.

Nel giorno di venerdì è stato effettuato un viaggio, il giorno successivo due. Una consegna è stata effettuata anche nel giorno di domenica. Ogni viaggio ha permesso la consegna di 1000 litri d’acqua.

C.S. Parco Nazionale Foreste Casentinesi