Patti territoriali, nuovo incontro a Stia su iniziativa del circolo del PD, con politici locali e dirigenti ASL.

 
 
 nella foto: Lucia De Robertis, vicepresidente del Consiglio Regionale
 
I patti territoriali, recentemente firmati a Bibbiena fra amministratori locali e vertici aziendali della ASL, sono di nuovo sotto la lente di ingrandimento in un incontro pubblico organizzato dal circolo del Partito Democratico di Pratovecchio Stia e in programma sabato 19 marzo alle ore 17 presso la sala delle biciclette dell’antico lanificio.
Intervengono Lucia De Robertis, vicepresidente del Consiglio Regionale, e i dirigenti Asl Enrico Desideri, Massimo Mandò, Carlo Montaini. Saranno presenti sicuramente anche molti amministratori locali, molti di quei sindaci che sono stati fortemente criticati proprio dopo la firma dei patti stessi, che di fatto hanno sancito la chiusura da giugno del punto nascita presso l’ospedale del Casentino di Bibbiena.
Ma questo è solo uno dei punti – ancorché il più appariscente e delicato – inclusi nei Patti, il documento che ha disegnato il futuro della sanità pubblica a livello locale. Per questo l’iniziativa del PD altocasentinese si propone di andare oltre la polemica anche forte e a volte strumentale di questo periodo, al di là delle rispettive barricate, per capire – e far capire – come il territorio può adeguarsi alle nuove normative e cogliere, se ve ne sono, gli indici di positività in una iniziativa che comunque ha lasciato molti con la sensazione dell’impoverimento dei servizi essenziali in un territorio che sotto questo profilo ha già dato tanto.
 
UNIONE DEI COMUNI MONTANI DEL CASENTINO
COMUNICATO STAMPA