Pd Bibbiena: “Insostenibile la carenza di personale all’ospedale del Casentino”

Le problematiche croniche in cui versa il presidio Ospedaliero del Casentino, sono ben note e sono state appena trattate nell’iniziativa pubblica, riuscita e partecipata, tenutasi al Centro Sociale di Bibbiena Stazione nell’autunno scorso.

Abbiamo in più occasioni sollecitato una soluzione da parte degli organi dirigenziali della ASL Toscana Sud Est, che però solo parzialmente ci ha ascoltato.
Gravi carenze di organico nei reparti di Medicina Interna, Rianimazione, Pronto Soccorso, sia a livello medico che infermieristico, e mancanza di specialisti in vari settori, condizione purtroppo comune a livello nazionale.
In particolare ci preme ribadire che le carenze suddette, ed in particolar modo quelle del Pronto soccorso, della Rianimazione e della Medicina Interna, portano e porteranno ad una riduzione significativa dei servizi.
Il Pronto Soccorso e la Medicina Interna, reparti strategici per un Ospedale di vallata che eroga servizi essenziali ad un vasto territorio ed un notevole bacino di utenza, versano, non certo da ora, ma da anni, in una carenza di organico che ha costretto gli operatori, a cui dobbiamo un ringraziamento per i sacrifici e l’impegno profuso in questi anni, a continue e pesanti turnazioni.
La carenza si aggrava ulteriormente per ulteriori perdite di operatori sanitari che, visti i carichi di lavoro, si trasferiscono o lasciano l’Ospedale per altri incarichi.
Ad aggravare la situazione ha contribuito di recente il reparto di cure intermedie Covid, che ha rappresentato ancora una volta una risposta efficace di questo Ospedale alle esigenze del territorio aretino, ma la cui apertura improvvisa è stata effettuata senza risorse aggiuntive a tutti i livelli, medico e Infermieristico.
L’Ospedale del Casentino in queste condizioni non può rispondere al meglio alle necessità del territorio. Noi lo denunciamo da tempo. Le risposte dell’Azienda e dei Suoi organi dirigenziali non hanno portato ad una soluzione dei problemi e, pertanto, sollecitiamo ancora una volta la Direzione Generale a rispondere subito ed efficaciemente. Crediamo che, alla luce dei fatti, l’interrogazione diretta all’Assessore Regionale possa soltanto evidenziare un problema che oramai è strutturale, e che porterà ad una progressiva ed ulteriore riduzione dei servizi sanitari erogabili da parte di questa struttura ospedaliera.
Non è più rinviabile una soluzione che permetta al nostro Ospedale di garantire i servizi essenziali per tutta la popolazione di vallata.
Il Partito Democratico è al fianco di tutto il personale del presidio sanitario e lo ringrazia di cuore, nessuno escluso, ricordando che in questi due anni di pandemia ha affrontato i notevoli carichi di lavoro in modo egregio e estremamente professionale.
Nel contempo continuerà incessantemente a vigilare ed a sollecitare le risposte che questa Comunità e questo Territorio meritano.
Comunicato stampa PD 

Ultimi Articoli

Il Metaverso: Bibbiena presenta il futuro

Il 27 agosto prossimo Bibbiena sarà la location di un evento nazionale che ci catapulterà tutti nel futuro prossimo attraverso il metaverso. Il metaverse è...

Jacopo Piantini riconfermato Vice Presidente nazionale di Enelcaccia

“Con grande orgoglio apprendo la notizia che il nostro Assistente scelto della Polizia Municipale di Bibbiena Jacopo Piantini, è stato riconfermato nel ruolo di...

Alta velocità, il Comitato Sava incontra il Gruppo LFI

Domenico Alberti “senza misure straordinarie di rilancio dell'economia e delle infrastrutture sono a rischio molte famiglie e imprese”   Arezzo - Le prime cinquemiladuecentoventidue firme pro Medio...