PD Bibbiena: “Regione, Casentino e sanità, fatti non parole”

Comunicato stampa del PD di BIbbiena


Riflettevamo con gli iscritti ai circoli del Comune di Bibbiena che, mentre il Governo nazionale dell’ on. Meloni continua nella sua campagna di tagli sempre più consistenti al bilancio al Servizio Sanitario Nazionale, con il chiaro compito di agevolare e promuovere la sanità privata scaricando i costi sulle spalle dei cittadini, il Governo regionale del PD e di tutto il Centro Sinistra, dimostra di credere fermamente nella Sanità Pubblica per i cittadini tutti.

In un periodo di grandi transizioni ed una grande carenza di personale, dovuto al blocco delle specializzazioni ( https://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/lavoro-e-professione/2024-05-30/facolta-e-scuole-medicina-nessuna-scorciatoia-formazione-specializzandi-085218.php?uuid=AFE0N1iB ) alcuni fatti concreti che non possono essere smentiti o negati, oppure scippati:

  1. La ristrutturazione con parziale ricostruzione del vecchio Ospedale di Bibbiena, circa € 11.000.000 di lavori. I lavori sono progettati dalla Regione Toscana e dalla Az. USL per la riqualificazione della vecchia struttura ospedaliera e prevedono la realizzazione della Casa di Comunità ed altri servizi comprensoriali di vallata. Importo finanziato con fondi PNRR.
  2. Adeguamento antincendio ed impiantistico del nuovo Ospedale di Bibbiena, circa € 3.000.000 di lavori progetto della Regione Toscana e dell’ Azienda USL per l’adeguamento funzionale impiantistico della piu’ recente struttura ospedaliera. Importo finanziato con fondi della Regione Toscana e PNRR.
  3. Nuovo Medico specialista in Medicina Interna, proveniente dalla Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi. Grazie all’impegno della Direzione della UO Medicina Interna dell’ Ospedale di Bibbiena è finalmente arrivato il nuovo Medico specialista in Medicina Interna, proveniente dalla Azienda Ospedaliera Universitaria Careggi. Il suo arrivo permette di mantenere gli attuali standard quantitativi e qualitativi dell’Ospedale per quanto riguarda la Unità Operativa di Medicina Interna, essenziale per un’efficace risposta ai bisogni dei Cittadini della vallata e dei turisti.
  4. Trecentotrentasei candidature per diciotto assunzioni a tempo indeterminato, in Toscana, negli ospedali periferici, di montagna e delle isole. Diciotto posti messi in concorso, per Ospedali lontani dai grandi centri urbani, dove, ai giovani medici che saranno assunti, potranno essere riconosciuti incentivi economici e percorsi di carriera e di professionalizzazione mirata .
    Pare aver riscosso successo il bando sperimentale e unico in Italia indetto da ESTAR che la Regione ha promosso per dare una risposta al problema della bassa attrattività di alcuni presidi sanitari periferici posti all’interno delle aree cosiddette interne, quindi aree disagiate soprattutto dal punto di vista della viabilità e con bassa densità abitativa. Con questa nuova modalità si è cercato di risolvere il problema della mancanza di medici in questi luoghi   e quindi garantire gli stessi livelli di assistenza in tutto il territorio regionale, anche per le persone che abitano lontano dai grandi centri urbani. Queste sono le domande pervenuti per i posti banditi nel concorso sperimentale:
  • Per le Zone Distretto Casentino, Valtiberina e Val di Chiana Aretina 1 posto in igiene e medicina preventiva (3 posti in totale): 30 candidature.
  • Stabilimento Ospedaliero del Casentino e Stabilimento Ospedaliero della Valtiberina 1 posto in medicina interna (2 posti in totale) : 22 candidature
  1. Nuovo sistema radiologico per lo Stabilimento Ospedaliero del Casentino”. L’Ospedale del Casentino a breve avrà a disposizione un nuovo sistema radiologico telecomandato digitale, un’apparecchiatura diagnostica di nuova generazione per l’esecuzione di radiografie, che garantisce una migliore qualità delle immagini radiologiche e fluoroscopiche a fronte di una minima dose di esposizione ai raggi X del paziente. In questi giorni l’avvio dei lavori, finanziati con i fondi regionali del PNRR – Next Generation EU. Entro metà luglio 2024 il nuovo sistema diagnostico sarà in funzione.

Con questi fatti concreti il governo di centro sinistra regionale ed il Partito Democratico, sta investendo nei territori con nuove infrastrutture, potenziando i servizi già esistenti e cercando di reperire il personale sanitario, investendo anche e soprattutto sui nostri giovani.

Questi sono i fatti, realizzati grazie anche alle politiche europee tanto criticate dalla destra nazionale ed anche locale.

Per questo si invita a diffidare da soggetti diversi dalla Regione che cercano di attribuirsene il merito in modo più o meno esplicito, oppure che promettono o chiedono servizi e progetti mirabolanti, specie quando fino a poco tempo fa urlavano contro la paventata “chiusura” dell’Ospedale del Casentino.

Fatti concreti e non parole.

In ultimo tutto il gruppo dirigente del PARTITO DEMOCRATICO di BIBBIENA esprime un sentito ringraziamento a tutti i cittadini che sono andati a votare alla recente tornata elettorale. Noi ce la metteremo tutta con impegno quotidiano per salvaguardare la nostra sanità pubblica, per dare risposte tangibili ai bisogni dei cittadini con politiche reali ed efficaci.

Fernando Piantini

Segretario del PARTITO DEMOCRATICO di Bibbena

Ultimi Articoli

Statale 71: lavori, semafori e disagi per i pendolari

Lavori alla Gravenna: “La Regione a inizio anno aveva assicurato che non ci sarebbe stato nessun altro semaforo prima della conclusione dei lavori sul...

Al teatro Dovizi va in scena “STAGIONI”, saggio della Scuola di Teatro NATA

Sul palco del Teatro Dovizi di Bibbiena va in scena il saggio/spettacolo del gruppo della Scuola di Teatro Nata diretto da Alessandra Aricò, regista...

Una mobilitazione solidale per donare un nuovo mezzo alla Misericordia di Bibbiena

Il progetto, dal titolo “Muoversi & Non Solo”, è promosso dalla Eventi Sociali per sviluppare servizi sociosanitari. Il coinvolgimento delle aziende e degli imprenditori...