PD, la Regione non ha dimenticato il Casentino: ecco gli investimenti

“E’ positivo il bilancio degli interventi programmato sulla vallata. Adesso occorre mantenere gli impegni assunti con i patti territoriali”

Sono tante le risorse destinate dalla Regione Toscana al Casentino per il potenziamento delle infrastrutture e il miglioramento dei servizi. Cifre importanti che dimostrano chiaramente l’impegno e l’attenzione riconosciuta alla vallata, piccola ma considerata una vera e propria eccellenza da sostenere e valorizzare. Bastano pochi esempi. Nell’elenco figurano gli oltre 50 milioni di euro che complessivamente saranno investiti sulla SR 71, il 1.500.000 euro destinati al passo della Consuma, oltre 300.000 euro per la viabilità nei piccoli comuni, le decine di interventi per la sicurezza stradale; sulla linea ferroviaria tra treni e infrastrutture sono stati stanziati 25 milioni di euro: cifre che sommate insieme raccontano la particolare attenzione rivolta al mantenimento e al potenziamento dei collegamenti, secondo una strategia precisa che tende a favorire lo sviluppo dell’economia locale e a frenare lo spopolamento. In questa direzione vanno anche gli investimenti per le aree interne che spaziano dal sociale al turismo, dall’agricoltura all’istruzione, come quelli  per la rigenerazione urbana (800.000 euro), i finanziamenti per la realizzazione del piano strutturale intercomunale, oltre 300.000 euro per la valorizzazione del Pratomagno e le risorse necessarie per la realizzazione della ciclovia dell’Arno.  Per quanto riguarda la sanità, il processo di riorganizzazione ha permesso all’ospedale di rimanere  operativo  conservando il livello di servizi presente negli altri presidi toscani di pari livello. “I risultati raggiunti  sono frutto dell’impegno costante con cui hanno lavorato e continuano a lavorare le amministrazioni locali e  della grande sensibilità posta sul nostro territorio dalla Regione Toscana e dall’Assessore Vincenzo Ceccarelli, che mai in questi anni ha distolto l’attenzione dal suo amato Casentino. Non siamo abituati a parlare per slogan e a limitarci a fare campagne elettorali infinite. Noi puntiamo sui fatti concreti e quelli – ci pare – non sono mancati, anche in uno scenario generale complesso e caratterizzato da tagli e giri di vite preoccupanti. Adesso dobbiamo guardare avanti e continuare a mantenere alto il livello di attenzione sul nostro territorio. Per prima cosa occorre lavorare tutti insieme per attuare gli impegni assunti con i patti territoriali. E’ questo che chiediamo e che tutti coloro che hanno a cuore  la vallata dovrebbero chiedere alla Regione Toscana e in particolare all’Assessore Saccardi. I nostri avversari politici facciano pure campagna elettorale, noi fatti e azioni concrete”.

I Circoli PD del Casentino