Ponte a Poppi, rinasce l’Associazione Attività Produttive

Foto di Carlo Gabrielli - Ponte a Poppi

Dopo un breve periodo di stop, dovuto a problemi organizzativi, è stata ricostituita, nei giorni scorsi, l’Associazione Attività Produttive di Ponte a Poppi. Il nuovo direttivo è composto da 13 persone e queste sono le cariche che, rigorosamente in video-conferenza, sono state votate e assegnate. Presidente Emanuele Tapinassi, Tesoriere Milena Fani, Segretario Francesca Donatelli. Consiglieri: Claudio Barolo, Cristina Gerini, Alessio Calori, Francesca Iollo, Graziella Paoli, Gherardo Capucci, Edi Certini.
Sindaci revisori: Presidente Christian Bigiarini. Sindaci revisori: Lara Giustarini e Daniele Ghelli.

L’Associazione Attività Produttive di Ponte a Poppi, oltre a raccogliere le esigenze dei commercianti e delle molteplici attività del paese, si occupa anche dell’organizzazione di eventi e manifestazioni durante tutto l’anno. E se il periodo contingente, dopo l’emergenza sanitaria che ci ha messo a dura prova, non presuppone certo l’organizzazione di particolari manifestazioni, la voglia di ripartire è stata tale che 13 commercianti, nonostante gli impegni personali e lavorativi, hanno trovato il tempo e la voglia di rimettersi in gioco e lavorare per il bene del paese. Un ringraziamento particolare va, senza dubbio, al Consigliere comunale con delega alle attività produttive Claudio Barolo. È stato solo grazie al suo impegno e alla sua determinazione nel reperire e stimolare le persone, che la storica associazione pontigiana è tornata a vivere. Tra i vari progetti post Covid-19 che sono stati proposti e discussi, uno in particolare vedrà la luce a breve e nasce proprio da un’idea di Claudio Barolo per superare e ripartire insieme dopo l’emergenza sanitaria. Il progetto si chiama Ripartiamo dal Casentino e ce ne parla proprio chi l’ha ideato:
“Dopo un incontro con Carlo Toni, sindaco di Poppi, in cui abbiamo cercato di valutare al meglio l’emergenza economica del nostro paese, messo in ginocchio dal periodo Covid 19, è nata l’idea di creare un portale.
Ripartiamo dal Casentino” – prosegue Barolo – “vuole essere un vero e proprio punto d’incontro, in cui i cittadini possano trovare un contatto con le imprese del territorio, affinché la nostra economia possa rimanere nella nostra vallata anche attraverso la rete.
E’ un progetto ben vagliato anche dai negozianti, che si sentono pronti ad allargare un po’ i loro orizzonti al fine di incontrare positività utili ad alzare la testa in questo periodo a dir poco duro.”

Il progetto, sviluppato da Leonardo Ferri di Logosistemi di Ponte a Poppi, sarà online a breve e avremo modo di riparlarne meglio con i diretti interessati per capirne caratteristiche e potenzialità.