“Il borgo dei borghi” è la bella iniziativa lanciata dalla RAI per individuare il borgo più bello d’Italia. Sarà il voto dei cittadini a decretare il vincitore. Tutti possono votare andando sul sito della RAI stessa (http://www.rai.it/borgodeiborghi).
Tra quelli in gara c’è anche Poppi. Una bella occasione, non solo per Poppi, ma per tutto il Casentino, per fare conoscere la nostra terra, le nostre bellezze e incrementare un turismo di qualità.
Questa occasione dovrebbe essere colta da tutti, non solo dai poppesi. Votare per Poppi vuol dire votare per il Casentino. Ci piacerebbe che in questa occasione si manifestasse lo spirito del Casentino, la consapevolezza e l’orgoglio di essere casentinesi, di appartenere ad una comunità che, al di là delle particolarità e specificità dei diversi campanili (in Toscana siano esperti di campanili), si sente partecipe ed espressione di uno stesso patrimonio storico-culturale e naturale.
Ci piacerebbe vedere tutti i nostri sindaci impegnati a promuovere l’iniziativa, a stimolare i propri cittadini a votare per un nostro borgo, anche se non è quello in cui abitiamo o che loro amministrano.
Utopia? A volte le utopie si realizzano, anche se il livello della nostra politica non ci fa ben sperare. Noi comunque il nostro appello alle istituzioni locali (Comuni, Unione dei Comuni, Parco ecc.) lo facciamo. C’è ancora tempo per votare.
Se si verificasse questa unità di intenti, questa riscoperta dello spirito del Casentino, al di sopra dei singoli campanilismi, sarebbe un bel segnale e darebbe davvero speranza per il futuro di una vallata come soggetto omogeneo. Sarebbe sicuramente più importante delle campagne per le mini-fusioni tra comuni, che appaiono sempre più in contraddizione con quello “spirito del casentino” che a noi piacerebbe risvegliare. Questo, sì, sarebbe la dimostrazione di amore per il Casentino.
Come Movimento Arturo, circolo di Bibbiena e Poppi, rinnoviamo l’appello a tutti i cittadini: votate e fate votare per Poppi, il borgo dei borghi.
Vedremo se, aldilà delle polemiche sull’importanza/utilità delle fusioni, si riesca veramente a trovare una coesione, un’unione spirituale e culturale in un territorio che ha bisogno di mostrare tutta la sua profonda bellezza.

Comunicato stampa
Movimento Arturo, Circolo Bibbiena e Poppi
Luca Tafi, Giorgio Renzi
10 Novembre 2018