Poppi, S. Martino in Tremoleto: oltre 700mila euro di investimenti

Carlo Toni

Servizio idrico e messa in sicurezza della frana di San Martino in Tremoleto, a Poppi: oltre 700 mila euro l’investimento.

Il sindaco Carlo Toni nei giorni scorsi ha incontrato gli abitanti del piccolo borgo di San Martino in Tremoleto, accompagnato dall’assessore comunale Giovanna Tizzi e dai consiglieri Silvia Carlomagno e Claudio Barolo. Nell’incontro il primo cittadino ha prima spiegato le problematiche relative al servizio idrico, aiutato dell’ingegnere di Nuove Acque Nicola Valigi, che in maniera chiara e precisa ha illustrato il funzionamento dell’impianto di potabilizzazione delle acque a servizio dell’abitato, per poi illustrare il piano di messa in sicurezza della frana di San Martino in Tremoleto. Sono intervenuti anche i responsabili del progetto, i geologi Massimiliano Rossi e Dari Daniela Rossi e Lari che servendosi di foto e video hanno spiegato i lavori necessari a rendere sicura l’intera area. Tre i campi di azione, con la realizzazione di un pozzo, di opere di contenimento e stabilizzazione sotto il livello del terreno e la messa in sicurezza delle abitazioni poste al centro della frazione e maggiormente interessate dal movimento di frana. Il progetto presentato è quello preliminare, a cui farà seguito quello definitivo da presentare entro il 30 giugno 2020 alla regione Toscana. L’importo da finanziare sarà di circa 700.000 euro. “La protezione e salvaguardia idrogeologica del territorio è da sempre un punto fondamentale dell’amministrazione comunale di Poppi che ha già fatto vari interventi nel proprio territorio a salvaguardia dei cittadini e delle loro abitazioni – ha dichiarato il sindaco Carlo Toni – si ringraziano l’ingegniere Nicola Valigi di Nuove Acque, i geologi Lari Daniela e Rossi Massimiliano e tutti i partecipanti in modo particolare signori Dei che hanno messo a disposizione i locali di loro proprietà per l’incontro”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa