Poppi, tela di Lorenzo Lippi ricollocata nell’oratorio della Madonna contro il Morbo

A Poppi il 23 dicembre alle ore 16 avrà luogo nell’oratorio della Madonna contro il Morbo l’inaugurazione del restauro e ricollocazione della tela di Lorenzo Lippi “I tre Santi”. L’opera tornerà dietro l’altare principale dell’oratorio, situato nel cuore del centro storico di Poppi. Partecipano all’evento lo storico dell’arte dott. Alessandro Nesi e la dott.ssa Paola Refice della Soprintendenza Arezzo-Siena-Grosseto.
Quando fu realizzato, intorno alla metà del’600, l’Oratorio della Madonna Contro il Morbo presentava un allestimento interno diverso dall’attuale: la parete dell’altare principale era impreziosita da una tela, datata 1664, di Lorenzo Lippi riproducente i Santi Giuseppe, Antonio da Padova e Torello da Poppi, attorno all’immagine della Madonna con bambino, tavola quattrocentesca attribuita alla scuola di Filippo Lippi. L’opera fu commissionata all’artista da un Rilli, importante famiglia alla quale è dedicata anche la biblioteca storica del castello dei Conti Guidi. Nell’’800, per motivi non del tutto chiari fu deciso di togliere la tela del Lippi e realizzare un altare in legno dorato con una “scatola” contenente la tavola quattrocentesca. Della tela originaria, considerata in un inventario successivo “di scarso valore” si persero le tracce, fino al ritrovamento, dopo un furto, a Firenze ove risulta che l’opera fu interessata anche dall’alluvione del 1966. Depositata presso Palazzo Spinelli è stata oggetto di un parziale restauro conservativo agli inizi degli anni 2000. Lo Storico dell’Arte Alessandro Nesi, autore di saggi e ricerche su opere pittoriche anche dello stesso Lippi, l’ha riscoperta nei depositi di Palazzo Pitti e, ipotizzata la provenienza da Poppi, ha contattato la Compagnia dell’Oratorio accertando la sua collocazione nell’altare principale della chiesa.
Lorenzo Lippi è considerato uno dei maggiori pittori fiorentini del’600 e nell’opera oggetto di restauro emergono tratti significativi dell’arte pittorica dell’autore, con particolari dei volti e degli abiti dei Santi di altissima qualità, così come quelli del lupo posto a fianco di S. Torello, protettore dei bimbi. Il restauro è stato reso possibile grazie a donazioni e contributi di cittadini ed Enti ai quali va il ringraziamento dei responsabili della Compagnia, anche se il reperimento fondi è ancora in corso, non avendo raggiunto il totale della somma occorrente. Con il rientro della tela il borgo di Poppi torna in possesso di un’opera d’arte importante e l’Oratorio della Madonna riassume l’immagine originaria, come la vollero i fondatori del Seicento. La festa si concluderà il 26 dicembre alle 17 con il Concerto di Natale (nella prospiciente chiesa dei SS. Marco e Lorenzo) del coro “L. Perosi” di Poppi, con all’organo il Maestro Paolo Cavigli. Dopo il concerto, visita alla tela restaurata e ricollocata in questa così importante occasione.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa