Poppi, tentano di piazzare paccottiglia a nota gioielleria: coppia di pakistani denunciata per truffa

POPPI – Sabato mattina si erano presentati presso una nota gioielleria del centro con un campionario di collanine da “piazzare”. Ma grazie alla sua esperienza nel settore la titolare della gioielleria non è caduta nel tranello e mentre i due cercavano di convincerla dell’ottima qualità degli oggetti proposti per l’acquisto, ha prontamente avvisato la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di Bibbiena.

Immediato l’intervento della pattuglia della Stazione di Poppi in ausilio della quale è giunta anche la “gazzella” dell’Aliquota Radiomobile, il pronto intervento del Comando Compagnia. Nel frattempo i due falsi rappresentanti, un uomo di 44 anni e una donna di 24, entrambi con origini pakistane, la donna nata in Italia ed entrambi residenti ad Arezzo, avendo capito di essere stati scoperti hanno tentato di dileguarsi: la donna nelle vie del centro, l’uomo a bordo della propria autovettura. Fermati ed identificati dai Carabinieri, sono stati condotti in caserma a Bibbiena per le formalità di rito. A loro carico diversi precedenti: l’uomo per reati contro il patrimonio, tra cui ricettazione ed estorsione, nonché un arresto per droga, per la donna invece una denuncia per droga.
I due sono stati denunciati a piede libero per tentata truffa in concorso e proposti per la misura di prevenzione del foglio di via obbligatorio dal Comune di Poppi.

C. stampa