Pratovecchio Stia, quattro coppie di gemelli al nido “Alberto Fani”

Un caso originale si verifica all’asilo nido “Alberto Fani” del Comune di Pratovecchio-Stia: la presenza simultanea di quattro coppie di gemelli, che in un tempo di record negativi in ogni statistica di nascite è come uno squarcio di sole in un cielo coperto da nuvole grigie.
Aperto nel febbraio 2007 e gestito dalla cooperativa Koinè, il nido intitolato all’imprenditore che lasciò in eredità 100.000 euro per la sua costruzione, accoglie oggi complessivamente 18 bambini, in età dai 12 ai 36 mesi. Nell’anno educativo in corso, è accaduto dunque questo evento, più unico che raro: la frequenza contemporanea nel gruppo di ben quattro coppie di gemelli. Una coppia omozigote (gemelli identici) e tre coppie dizigoti (gemelli diversi).
Si tratta di sei femminucce e due maschietti, che nella foto posano orgogliosi insieme agli altrettanto felici genitori: Jacopo e Viola Landi con i genitori Filippo e Marta; Anita e Vittoria Innocenti con babbo Francesco e mamma Valentina; Gioia e Noemi Bucarelli con i genitori Samuele e Francesca; Francesco e Maria Chiara Berni con babbo Luca e mamma Cristiana. “E’ un evento davvero particolare, una specie di regalo per il decimo compleanno del nido. Alle famiglie i complimenti e gli auguri anche da parte del Comune di Pratovecchio Stia”, dice Sonia Amadori, assessore comunale alle politiche sociali, che aggiunge: “Come Amministrazione ci stiamo impegnando molto per implementare e migliorare il servizio: per i genitori sono stati promossi con la Misericordia di Stia alcuni incontri formativi sul pronto soccorso pediatrico, e a settembre prossimo verrà aperta nel nido anche la sezione lattanti, dove ci saranno 6 posti per bambini dai 3 mesi di età”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa