Raggiolo, convegno su borghi storici di montagna fra conoscenza e conservazione

I borghi storici di montagna: tra conoscenza e conservazione. Il caso di Raggiolo nella valle del Teggina. E’ il titolo di un convegno in programma sabato 20 maggio a Raggiolo, uno dei borghi più belli d’Italia. L’incontro è promosso da Unione dei Comuni Montani del Casentino – EcoMuseo del Casentino, Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della provincia di Arezzo, associazione La Brigata di Raggiolo e sostenuto da Miniconf, con la collaborazione scientifica di Ist. Nazionale di Bioarchitettura – Sezione di Arezzo. Il convegno offrirà un approccio integrato per la conservazione sostenibile dei borghi storici della Valle del Casentino, dall’Archeologia alla Bio Architettura, attraverso lo studio geologico ed il consolidamento delle strutture. Molti gli oratori in scaletta: saluti di Fiorenzo Pistolesi, Eleonora Ducci, Paolo Schiatti, Rossella Ricci, Elisabetta Giusti, Andrea Rossi.
Chiara Molducci, Cattedra di Archeologia Medievale Unifi: il progetto “I Conti Guidi in Casentino: dall’Archeologia leggera all’Archeologia pubblica”. Riccardo Bargiacchi, Laboratori Archeologici San Gallo dell’Università di Firenze: La formazione dei borghi e l’incastellamento della valle del Teggina. Chiara Marcotulli, Laboratori Archeologici San Gallo: Archeologia dell’edilizia storica: analisi, conservazione, valorizzazione. Andrea Biondi, archeologo specializzando Scuola di Specializzazione Beni Archeologici Unifi: Gli opifici idraulici e i loro aspetti materiali. Alcuni casi studio.
Si parlerà anche di analisi e riduzione del rischio sismico nei centri storici, con Emanuele Del Monte, Ingegnere – S2R Seismic Risk Reduction spin-off accademico dell’Università di Firenze. Definizione di rischio sismico: vulnerabilità, esposizione e pericolosità, Lucia Brocchi, Geologo – Ordine Geologi della Toscana. Studi geologi e studi di microzonazione sismica: il loro contributo nella conservazione e recupero del patrimonio edilizio; Emanuele Ceccherini, Ingegnere – Ordine Ingegneri Arezzo. Riduzione della vulnerabilità del costruito e quindi del rischio sismico, illustrando anche le possibilità attuali connesse al Sisma Bonus ed agli incentivi regionali
Sul tema della salubrità, sostenibilità e contestualizzazione nel recupero degli edifici storici in pietra e legno parleranno Elisabetta Giusti, Architetto – OAPPC Firenze, socio INBAR BioARchitettura Toscana Sezione di Arezzo. Monica Fini, Architetto – Presidente INBAR BioArchitettura Toscana Sezione di Arezzo.
Alle ore 14, sopralluogo nel borgo di Raggiolo con esperienza di archeologia pubblica a cura della Cattedra di Archeologia Medievale Unifi e dei Laboratori Archeologici San Gallo. Chiusura lavori alle ore 15. La partecipazione dà diritto a 6 crediti formativi per gli Architetti
Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa

Ultimi Articoli

“ShepherdSchool”: nasce nel Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi la scuola per pastori e allevatori.

Pascoli e opportunità professionali con la zootecnia di montagna: dal mese di aprile partirà presso il centro di formazione "Officine Capodarno" (Stia) la "ShepherdSchool"....

Consiglio comunale aperto per svelare il nome della Mea 2023

Vagnoli: “Rinsaldare il rapporto con le nostre tradizioni significa saper guardare al futuro con maggiore consapevolezza”  Come avvenuto nel 2020, il suo nome della ragazza...

Mandrioli chiusi per rischio slavine

Dopo le ingenti nevicate dei giorni scorsi che hanno causato alcune slavine lungo la strada SP 142 dei Mandrioli, la Provincia di Forlì-Cesena ha...