Riparte il turismo, cosa aspettarsi per quest’estate

Foto di piviso da Pixabay

Vacanze d’estate, torna il desiderio: si potrebbe iniziare così, anche se come incipit rischierebbe di non essere del tutto corretto in quanto la voglia di partire non è che sia mai venuta meno; rispetto allo scorso anno tuttavia, vista anche la situazione attuale, gli italiani credono molto di più nella possibilità di poter partire per le vacanze estive.
Merito dei vaccini? Forse. Certamente hanno avuto un ruolo determinante insieme ad altri fattori, su tutti le riaperture che si stanno iniziando a sperimentare un po’ in tutto il paese. E se gli italiani credono nelle partenze gli albergatori sperano di poter tornare a fare il proprio lavoro in modo proficuo.

Prenotazione dei viaggi low cost

La tendenza è quella di prenotare viaggi low cost e verso mete a portata di mano: in sostanza non sembra essere periodo per sogni troppo esotici. Almeno, non per adesso. Ed allora spazio al fai da te, utilizzando i canali del web, sempre più diffusi, ed al low cost, evitando di andare incontro a salassi.
I portali di riferimento sono ormai noti: da Booking ad Airbnb per quanto riguarda le sistemazioni ed i soggiorni passando per Skyscanner con riferimento alla prenotazione dei biglietti aerei ma anche per pacchetti completi. Ed in questo momento gli italiani stanno andando proprio alla ricerca dei migliori voli e hotel su skyscanner, optando proprio per pacchetti tutto compreso ed a buon mercato.

Skyscanner & company: i comparatori di volo

Skyscanner è un sito di confronto leader per voli, hotel e noleggio auto. Dopo essersi espanso nel mercato statunitense, si è poi diffuso universalmente nel resto del mondo sfruttando il trend ormai in voga da anni, quello che vede i consumatori consultare, prima di qualsiasi acquisto, un comparatore di prezzi per spuntare condizioni e clausole vantaggiose.
Oggi Skyscanner è il leader a livello mondiale per quanto riguarda i portali di ricerca di viaggi, una realtà che fornisce confronti online istantanei per milioni di voli aerei, ma anche sistemazioni in hotel e servizi correlati tipo noleggio auto.
Un nuovo concetto di prenotazione che si è diffuso già da qualche anno e che trova ora ulteriore terreno fertile grazie alla diffusione sempre più capillare delle tecnologie della rete, oltre che alla crisi del turismo tradizionale. Una contingenza negativa che ha dovuto necessariamente produrre al proprio interno le basi per un cambiamento radicale.