Salute e benessere: l’importanza di una attività fisica regolare

Fino a qualche anno fa poteva anche essere un qualcosa di poco noto, ormai l’informazione è unanime e piuttosto orientata, ovviamente su basi scientifiche, nel definire una attività sportiva regolare come la base sulla quale edificare una vita sana. Sport regolare abbinato ad una alimentazione il più possibile sana.
Sono tante le ragioni alla base di questo assunto, partendo dal fatto che lo sport, se praticato costantemente, ha impatto benefici sulla funzione respiratoria, consentendo all’apparato cardiovascolare di apportare una quantità maggiore di ossigeno all’organismo. Inoltre, si va a ridurre la pressione arteriosa contribuendo a diminuire il livello di colesterolo totale.
Un mix perfetto che, tradotto in un concetto, può significare minori rischi di insorgenza di determinate patologie, come ad esempio gli attacchi cardiaci che da statistiche sono meno frequenti in soggetti che si allenano con una certa frequenza. Migliorare la qualità della vita a tavola e con lo sport: un mix sempre più riconosciuto dalla comunità scientifica.

Consigli per una attività fisica regolare

Come deve essere questa attività fisica da praticare costantemente? Con quale frequenza si dovrebbe procedere? Prendendo i consigli presenti sul portale Corpoperfetto in materia di attività fisica regolare, da ricordare che l’esercizio fisico non è tutto uguale; esistono varie declinazioni di allenamento.
In particolare è possibile dividere l’attività fisica in due grandi macroaree: attività aerobica ed anaerobica. La prima, l’attività aerobica, è consigliata per chi debba bruciare grassi in quanto va a stimolare l’apparato cardiorespiratorio e migliora il metabolismo. Viceversa, l’attività anaerobica è indicata per chi volesse perseguire una crescita muscolare, della massa magra.
Non esiste una condizione che sia ottimale a prescindere, si deve sempre partire da necessità soggettive: in linea di massima è bene alternare entrambi questi approcci e non focalizzarsi esclusivamente su uno, a meno di particolari esigenze (es: persone sovrappeso che debbano perdere molti chili, per i quali può essere più indicata una attività aerobica costante).

Sport e alimentazione

Sporte regolare quindi ma anche alimentazione, come si diceva: la prevenzione cosiddetta primaria passa da una vita regolare a tavola e nella attività fisica. Un connubio di aspetti all’interno del quale uno è complemento dell’altro; servirebbe a poco praticare attività fisica regolare se poi a tavola si abbonda con cibi particolarmente dannosi.
Ed allora portare avanti queste due buone abitudini all’unisono, su binari paralleli, significa guadagnare dal punto di vista dello stato di salute e della qualità della vita. Un aspetto che a lungo andare avrà inevitabilmente esiti positivi