“In questi anni l’ospedale di Bibbiena ha perso servizi importanti e adesso la Regione viene a dirci, tramite il direttore generale dell’Asl, Enrico Desideri, che non riesce a trovare medici da riportare in Casentino? Non basta ripetere che i medici, e in particolare gli anestesisti, non ci sono. L’emergenza va risolta: l’ospedale non può lavorare a pieno regime. Abbiamo depositato in Consiglio un’interrogazione affinché la Regione integri al più presto i medici nelle zone periferiche, del Casentino quanto della Valtiberina aretina. Certamente è un problema nazionale ma è anche e soprattutto un problema di organizzazione e di programmazione –tuona il Consigliere regionale Marco Casucci (Lega)- Noi siamo per il ritorno all’autonomia del distretto socio-sanitario del Casentino senza sé e senza ma e la soluzione introdotta dalla Regione, riconoscendo le articolazioni territoriali già esistenti di fatto, è solo un provvedimento di ripiego che non potrà risolvere i problemi creati in questi anni con la perdita dell’autonomia stessa” conclude Casucci.

Comunicato stampa
Lega – Regione Toscana
Firenze, 23 febbraio 2019