Sanità: firmati, con Regione e Asl, gli aggiornamenti dei patti territoriali

L'ospedale del Casentino

Ieri ad Arezzo sono stati firmati gli aggiornamenti apposti ai Patti Territoriali per la sanità inerenti i servizi ospedalieri del Casentino.

Tutti i sindaci della vallata – nessuno escluso, questa volta – hanno sottoscritto questi nuovi aggiornamenti insieme al Direttore Generale della Asl Enrico Desideri e all’Assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi, così come richiesto a suo tempo dal Presidente e dai sindaci della Conferenza zonale.
In estrema sintesi le novità oggetto di questa nuova sottoscrizione sono le seguenti: potenziamento della attività chirurgica con l’ampliamento di orari delle sale operatorie e della terapia intensiva; assunzione di 2 medici del Pronto Soccorso; 1 nuovo chirurgo da affiancare a Rinnovati e che dovrà poi garantire continuità nel tempo; 2 anestesisti. In totale 5 nuovi medici previsti dal nuovo percorso di potenziamento.
La tempistica stabilita alla presenza dell’Assessore è il 31 marzo 2017, data in cui saranno già attive tutte queste figure e quindi potenziate le attività afferenti.
Daniele Bernardini, sindaco di Bibbiena e presidente della Conferenza zonale socio-sanitaria commenta la firma: “Sono molto soddisfatto per più motivi. Innanzi tutto ci sarà un potenziamento innegabile delle attività chirurgiche che si aggiunge a tutte quelle progettualità già attivate come i posti aggiuntivi in riabilitazione, il Modica, la chirurgia pediatrica e quella del pavimento pelvico. Insomma, l’ospedale è in pieno funzionamento e potenziamento. Ciò non significa mollare sul fronte dei monitoraggi che, come sindaci, faremo, come accaduto fino ad oggi, a cadenza mensile. Soddisfazione poi perché il coinvolgimento di tutti i sindaci, ha permesso di avere più peso anche in tavoli importanti come quelli regionali. Una cosa è certa: l’ospedale non sarà depotenziato, non sarà svuotato, bensì rafforzato in molte sue funzioni e servizi”.

C.S. Comune di Bibbiena