Sanità in Casentino, Casucci: “Le amministrazioni locali si muovono, grande assente la Regione Toscana”

“Da tempo, con ripetuti atti consiliari specifi-afferma Marco Casucci, Consigliere regionale della Lega-ci interessiamo della delicata tematica riguardante la Sanità in Casentino, con particolare riferimento alla situazione dell’ospedale di Bibbiena ed ora, finalmente, siamo lieti che le amministrazioni locali si stiano muovendo per affrontare adeguatamente la questione.” “Quando si parla di un problema così sentito ed importante per la popolazione-prosegue il Consigliere – è doveroso, infatti, che le Istituzioni, a vari livelli, s’impegnino al massimo per far sì che i servizi siano sempre efficienti, puntando a limitare al minimo eventuali disagi per il cittadino.” “Il nosocomio bibbienese – precisa l’esponente leghista-deve essere, quindi, salvaguardato appieno e si devono pretendere fatti concreti per il reale beneficio dei residenti.” “Anche per quel che riguarda il reparto di psichiatria – sottolinea Casucci – ci siamo mossi direttamente per verificare l’effettivo stato delle cose, redigendo, recentemente, un’interrogazione diretta all’Assessore Saccardi.” “Insomma-conclude Marco Casucci-ci auguriamo che la Regione esca dal suo solito torpore e si adoperi in modo costruttivo e costante, affinchè il Casentino possa godere di una Sanità che sappia rispondere alle naturali esigenze di persone, le quali non chiedono miracoli, ma la possibilità di essere curate, in loco, in modo consono.”

Gruppo Lega – Ufficio stampa