Scuola e sicurezza a Bibbiena e Soci

SCUOLE E SICUREZZA: AVANTI TUTTA SULLA SCUOLA DELL’INFANZIA DI SOCI

L’evento sismico che ha colpito il Centro Italia pone di nuovo l’attenzione comune sul tema della sicurezza che, a Bibbiena, è stato affrontato già all’inizio della prima amministrazione Bernardini. In sei anni circa, l’impegno sull’edilizia scolastica è stato massimo: una nuova scuola (Soci), due scuole adeguate e rese sicure a livello sismico ( Secondaria di Bibbiena e Infanzia di Bibbiena) la ristrutturazione delle elementari di Bibbiena per un investimento che supera i 5 milioni di euro complessivi.
Oggi, finalmente, si può parlare anche della scuola dell’infanzia di Soci. L’amministrazione ha pronto un progetto definitivo approvato il 9 Marzo 2015 con delibera di Giunta comunale n°42 per un importo pari a 2,2 milioni di euro, realizzabile nella porzione di terreno davanti alla palestra nella cittadella scolastica di Soci.
“L’approvazione del progetto – spiega l’Assessore ai lavori Pubblici Matteo Caporali – ci ha consentito di essere inseriti nel piano triennale regionale. Attualmente, su circa 500 progetti degli enti proprietari di scuole in Toscana, siamo posizionati al 50esimo posto. In base ai finanziamenti che saranno concessi, l’amministrazione fara’ la sua parte con fondi propri per costruire la nuova scuola”.
A festeggiare la ripresa delle lezioni dopo la pausa estiva arriva un’altra bella notizia: si tratta dell’inaugurazione della nuova scuola dell’infanzia di Bibbiena Stazione che si terrà il 22 Settembre prossimo. Il blocco di Piazza Palagi , demolito e ricostruito è stato terminato ai primi di Novembre. Successivamente il cantiere e i lavori si sono spostati nel blocco di Via della Fantasia per adeguare simicamente il plesso. L’investimento complessivo per l’intervento alla scuola dell’infanzia è stato di circa 900 mila euro.
In totale sono state tre le scuole oggetto dei lavori di consolidamento, ricostruzione e messa in sicurezza, più di 5 milioni di euro l’investimento complessivo “ai quali vanno aggiunti – ricorda l’Assessore Matteo Caporali – gli interventi di gestione del calore, che hanno portato alla sostituzione di tutte le caldaie con nuovi generatori a condensazione ad alto rendimento energetico ed alla dismissione di tutti gli impianti a gasolio”.
Caporali conclude commentando: “Dopo aver messo in sicurezza tutte le scuole di BIbbiena, adesso la priorità è quella della scuola dell’Infanzia di Soci, sulla quale stiamo chiudendo il cerchio. Insieme alle strutture, tuttavia, punteremo anche su un’adeguata informazione che vorremmo estendere anche al mondo scolastico, proprio sul tema delle emergenze ambientali”.

COMUNE DI BIBBIENA – Comunicato stampa