Soci, nuova scuola dell’infanzia: pronti per la fase esecutiva

L’incontro tra il Sindaco di Bibbiena Filippo Vagnoli, i progettisti e l’ingegnere comunale sancisce un momento importante nel percorso che porterà, per l’anno scolastico 2021- 2022, all’inaugurazione della nuova scuola dell’infanzia di Soci.

L’edificio andrà a completare il polo scolastico di Soci, un polo all’avanguardia composto da tutte le scuole dal nido fino alla secondaria di primo grado e una palestra, il tutto curato anche dal punto di vista della sicurezza sismica.

La nuova scuola dell’infanzia, per la quale si sta andando verso la fase esecutiva, sarà composta da 5 aule tutte indipendenti, con servizi igienici e magazzini depositi.

Quello della riunione con i progettisti è stato un momento particolarmente significativo a spiegarlo è lo stesso Vagnoli: “Un momento importante che sancisce un passaggio obbligato, ma anche un momento di grande valore con il quale in qualche modo si apre ad un’altra fase, appunto più operativa, di un percorso iniziato con il finanziamento che abbiamo ottenuto  a fine 2018 grazie ad un’attenta attività di programmazione e progettazione. L’investimento complessivo è di oltre 2 milioni di euro”.

Ma sul fronte dell’edilizia scolastica quello di Soci non sarà l’unico intervento. A spiegarlo è ancora il Sindaco Vagnoli che commenta: “Sono previsti altri lavori strategici su Bibbiena. Uno storico che riguarda la realizzazione della nuova palestra che Bibbiena non ha mai avuto e quindi la messa in sicurezza di due blocchi delle scuole medie. Uno dei lavori è in corso in questo periodo. Sulla sicurezza degli edifici scolastici va spesa più che una parola. In realtà tutto questo fa parte di un percorso iniziato dieci anni fa con la prima amministrazione Bernardini, quella della Lista civica di cui faccio parte. Il guardare un po’ più avanti, senza fermarsi in modo morboso soltanto all’oggi e alle piccole cose è qualcosa che porta frutti importanti. Bibbiena è uno dei pochi comuni in Italia che può vantare questo piccolo grande primato della sicurezza di tutte le sue scuole”. 

C. stampa