Lo sport è sempre stato un ambito nel quale l’Amministrazione di Bibbiena si è impegnata in modo particolare sia sul fronte delle liberalità che su quello della riqualificazione degli edifici preposti alla pratica sportiva.
Tra investimenti diretti sulle strutture (600.000 euro) e i sostegni economici annuali per lo svolgimento delle attività (150 mila euro), la cifra che si ricava è di oltre 2 milioni di euro.

Dalla Piscina comunale – dove sono stati realizzati nuovi spogliatoi e installati pannelli fotovoltaici, al Tennis – dove è stato erogato a suo tempo un contributo per ristrutturare gli spogliatoi, il nuovo manto di gioco, la tensostruttura per il campo gioco, la pavimentazione della terrazza e la nuova illuminazione – i contributi sono stati virtuosamente valorizzati anche dalle stesse società.
Nello Stadio “Zavagli” sono stati ristrutturati i vecchi spogliatoi; si è dato sostegno alla MTB per la realizzazione del campo scuola; a Soci è stato realizzato il campetto Teodorani utilizzato per gli allenamenti e a Bibbiena Stazione il campo sussidiario per gli allenamenti.

L’Assessore Matteo Caporali commenta: “A tutto questo va aggiunto di recente il corposo finanziamento che l’Amministrazione comunale ha ottenuto per l’efficientamento energetico della piscina, operazione che è stata possibile grazie ad un’intensa attività di progettazione che ci ha consentito, al momento giusto, di accedere ai finanziamenti preposti. Operazione, questa, di grande valore anche per il futuro, visto che intervenire sullo spreco energetico significa risparmio sulle bollette, risparmio per la collettività. È bene sapere che la nostra struttura ha un costo annuo di 100 mila euro. L’impegno dell’Amministrazione sulla progettazione che ha poi concesso di partecipare ai bandi ha portato a una indubbia espansione dell’attività sportiva e di crescita della stessa”.

A proposito di bandi è lo stesso Caporali che intende fare chiarezza: “Per lo Stadio Zavagli ci stiamo muovendo con la stessa modalità che in questi anni ci ha ripagato: investire sulla progettazione. Il bando sulle strutture sportive è un “bando aperto” che ha tre scadenze, l’ultima il 31 ottobre. Stiamo concludendo un progetto importante sul quale poter chiedere un finanziamento che insiste sul Piano triennale dello Sport. La programmazione ha da sempre caratterizzato la nostra azione di governo, portando nelle casse comunali risorse e soprattutto consentendoci di investire sul territorio”.

Comunicato stampa
Comune di Bibbiena
Bibbiena, 18 luglio 2019