Stand Up for Africa fa tappa anche a Bibbiena

La Quinta edizione di Stand Up For Africa fa tappa anche a Bibbiena.

Le proiezioni speciali realizzate in epoca covid, si terranno domenica 4 ottobre a Bibbiena sulla facciata delle Logge Tarlati alle ore 21.00  e alle 21,30 sulla facciata casa Museo Rossi a Soci.

L’artista Paolo Fabiani, che insieme alla sua compagna Rossella Del Sere è il promotore della rassegna commenta: “Anche quest’anno, nonostante la pandemia, è stata mantenuta la forma della residenza d’artista, ancora una volta a cura di Pietro Gaglianò. Due giovani artisti italiani Matteo Coluccia e Caterina Shanta, che non hanno mai visitato il Casentino, entrano in contatto con due tutor di origine africana Mouhamed Yaye Traore e Dominion Ogieva, ora di base nella provincia di Arezzo. Ma la residenza è in remoto: gli artisti, dalle loro sedi (Puglia e Friuli Venezia Giulia), sono stati guidati dai tutor alla scoperta del territorio con l’uso di video, foto, dirette, interviste ai residenti, che potranno collaborare alla raccolta di materiali attraverso un gruppo social: Lontano da (https://www.facebook.com/groups/1330818403975832/). Sono nate così due opere video create con i materiali raccolti e con altri creati dagli artisti che verranno proiettate sulle facciate di edifici storici del Casentino nel corso di alcune serate e trasmesse in diretta web”.

La V edizione di Stand Up For Africa, arte contemporanea per i diritti umani, mantiene il proprio obiettivo di creare con l’arte contemporanea uno spazio di incontro per l’inclusione sociale, l’analisi e la comprensione dei fenomeni migratori. Il progetto SUFA è stato fondato da Paolo Fabiani e Rossella Del Sere, dell’associazione culturale HYmmo Art Lab di Pratovecchio sostenuto da una importante rete di soggetti pubblici e privati.

Il Comune di Bibbiena ha dato il patrocinio a questo evento che illuminerà di voci e volti nuovi e di storie importanti le facciate di due strutture importanti del territorio.