Subbiano celebra la giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Conferimento della cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto e manifestazioni di sabato 6 novembre

Il Comune di Subbiano celebrerà la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate  sabato 6 novembre insieme al Centenario del Milite Ignoto a cui il Comune ha conferito la cittadinanza onoraria.
Ieri, 4 novembre , giorno in cui ricorre la festa dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate, con voto unanime, il consiglio comunale ha aderito all’iniziativa nazionale di conferimento della cittadinanza onoraria al Milite Ignoto, promossa dal Gruppo delle Medaglie d’Oro al Valor Militare d’Italia, in occasione del centenario della traslazione del feretro all’Altare della Patria, con l’intento di rendere omaggio a un simbolo di coesione, identità e unità nazionale.
Domani sabato 6 novembre alle ore 9  sarà suonato davanti al Palazzo Comunale alla Lapide, che ricorda i Caduti della Prima Guerra Mondiale e i Caduti di tutte le Guerre,  il primo  Inno d’Italia, grazie al  trombettista bersagliere,  Edo Bonucci,  per unire tutti in un ringraziamento a chi ha donato la vita per la Patria.
Il secondo momento, per una riflessione che unirà due Amministrazioni, quella di Subbiano e quella di Capolona, sarà alle ore 9,30 alla Stazione di Subbiano-Capolona/Nord al monumento ai Caduti, opera di Marco Paccini, e alla Targa che ricorda l’eccidio qui avvenuto nella seconda Guerra Mondiale.
Sicuramente uno dei momenti più coinvolgenti emotivamente in questo Centenario sarà alle ore 10,00 al Monumento Ai Caduti, opera dello scultore Omero Puntelli,   che fu inaugurato il 16 novembre 1924, “eretto grazie alla solidarietà di tutti i subbianesi “come si legge nell’Albo d’Onore scritto da Lia Rubechi e Luciano Mastrini”  perché sgomento e dolore avevano pervaso l’intera comunità di Subbiano, che avvertì il bisogno di creare uno spazio, dove ricordare, a se stessi e alle future generazioni, i propri figli caduti eroicamente per la Patria”.
In questo luogo presso i giardini, dove sorse anche il Parco delle Rimembranze, sarà letto  l’estratto di quanto adottato dall’assemblea consiliare con la consegna da parte del Sindaco Ilaria Mattesini, della pergamena, che ricorderà il conferimento della Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto,  al  Comandante della Stazione dei Carabinieri di Subbiano.
Davanti al Monumento  saranno eseguiti  brani musicali che rievocano quel lungo viaggio, quella sorta di funerale collettivo,  che riuscì ad unire gli italiani e a dare a milioni di genitori, vedove,orfani, che non avevano una tomba con un nome sulla quale piangere e pregare, il conforto dell’abbraccio di una nazione, il soldato che avrebbe rappresentato chi non fece ritorno a casa  ,ad ogni brano seguirà una lettura, dalla preghiera del Milite Ignoto, alla lettera di Anna Bergamas dove si rammenta la scelta fatta dalla propria madre Maria, per poi chiudere questo momento con “La Leggenda del Piave” l’unica musica ammessa ad accompagnare il Soldato Ignoto verso l’Altare della Patria.
Il Sacrario dei Caduti di Tutte Le Libertà, nel Cimitero di Subbiano, alle ore 10,30  accoglierà coloro che vorranno rendere onore ai Caduti nel Giorno dell’Unità Nazionale  con la Benedizione di Don Alessandro Conti.
“ Perché continuare a ricordare? a celebrare queste Giornate? per tutti coloro che hanno dato la vita per la nostra Patria, per la nostra libertà..quella di oggi e delle nuove generazioni che da questi momenti possono trarre insegnamento”ha ricordato Ilaria Mattesini, Sindaco di Subbiano” e nel giorno della Ricorrenza delle Forze Armate  vogliamo esprimere sempre la nostra vicinanza e il nostro Grazie alla Stazione  dei Carabinieri di Subbiano e al suo comandante luogotenente Fabrizio Cecchetti  per tutto quello che fa per la comunità.”