Talla: cordoglio per la scomparsa di Ottone Occhiolini

 
Il Sindaco Eleonora Ducci: “Figura di riferimento, un padre politico per noi giovani amministratori”
 L’Amministrazione Comunale di Talla esprime il suo profondo cordoglio per la scomparsa del caro Ottone Occhiolini, improvvisamente deceduto il 30 Dicembre scorso, e si unisce al dolore dei familiari. 
Lo comunica Eleonora Ducci, Sindaco del Comune del basso Casentino e vice presidente della Provincia di Arezzo. Occhiolini era stato candidato alla carica di primo cittadino alle elezioni amministrative del 2009, fu sconfitto per un pugno di voti da Francesco Rocchio. “Da quella difficile esperienza – ricorda ancora la Ducci – Ottone, oltre a svolgere con dedizione e competenza il ruolo di capogruppo di minoranza, seppe far rinascere un gruppo di giovani appassionati e motivati, che sono gli amministratori di oggi. Per noi tutti è stato un faro, ci ha spronati a lavorare per il bene di Talla e ci ha aiutati a crescere. Quando poi è stata la volta di votare di nuovo ci ha sostenuti sia in campagna elettorale che poi durante il mandato, con la sua saggezza ed i suoi preziosi consigli. Davvero un padre politico per tutti noi, e per me in particolare”. 
Occhiolini ha svolto attività politica per molti anni anche al di fuori di Talla, essendo eletto in consiglio comunale ad Arezzo per più legislature e ricoprendo anche la carica di assessore nel comune capoluogo.
 Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa
CONDIVIDI
Articolo precedenteBibbiena: marciapiedi, novità per mobilità sicura e sostenibile
Prossimo articoloUnione dei Comuni, i Sindaci rinunciano ai rimborsi spese
Christian Bigiarini - Direttore Responsabile
Christian Bigiarini è nato a Roma nel 1971, ma vive e scrive a Ponte a Poppi (AR) in Casentino. Nel 2005 ha pubblicato la sua prima raccolta di racconti dal titolo “Adesso sono morto”. Nel 2006, a Castelnuovo di Garfagnana ha vinto il premio di narrativa Loris Biagioni con il racconto “La mozione del beep” e nel 2008 ha pubblicato il suo primo romanzo dal titolo “Rosso cuore, nero amore” recensito dal sito recensionelibro.it come uno dei migliori dieci esordi dell’anno. È giornalista pubblicista, dal 2009 collabora stabilmente con il magazine CasentinoPiù e dal 2013 ne è Direttore responsabile. Nel 2011, a Monselice (PD) ha vinto il premio nazionale “Il Poeta e il narratore” con il racconto “Bar Mario”. L’anno successivo, 2012, si è classificato secondo allo stesso concorso con il racconto “5 secondi”. Nel 2012 è uscito il suo secondo romanzo: “O di odio” Onirica Edizioni. “Storie e osterie” (Nicolò Caleri Editore-2013) è la sua terza pubblicazione.