Ultima tranche di lavori di manutenzione nella Ciclopista dell’Arno: operai al lavoro

Comunicato stampa dell’Unione dei Comuni

Al via in l’ultima tranche di lavori di manutenzione ordinaria nel tratto casentinese della Ciclopista dell’Arno. Operai già al lavoro. Dopo il taglio dell’erba nel percorso che collega le Macee a Rassina e gli interventi nel tratto che da Stia arriva a Castel San Niccolò, sono iniziati gli interventi nella ciclovia che va da Poppi a Bibbiena.

“L’alluvione di novembre e di dicembre 2019 ha dissestato alcune parti del percorso. Il direttore dei lavori ha dovuto predisporre una perizia di variante per sistemare i danni e in questi giorni stiamo approvando questa perizia per poter ripartire con i lavori – ha spiegato Giampaolo Tellini assessore di riferimento nell’Unione – a breve sarà fatto il collaudo e i lavori verranno presi in carico dall’Unione. Purtroppo i tempi si sono dilatati a causa dell’emergenza sanitaria che ha bloccato i lavori. Sono stati mesi difficili per tutti, l’emergenza legata al Coronavirus e i tanti giorni di pioggia hanno notevolmente ritardato il programma e gli interventi realizzati ora risultano in ritardo di alcune settimane. Tuttavia siamo al lavoro per recuperare il tempo perso e riaprire tutti i tratti di ciclopista con i lavori di manutenzione già realizzati”.

Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa

Ultimi Articoli

Il Metaverso: Bibbiena presenta il futuro

Il 27 agosto prossimo Bibbiena sarà la location di un evento nazionale che ci catapulterà tutti nel futuro prossimo attraverso il metaverso. Il metaverse è...

Jacopo Piantini riconfermato Vice Presidente nazionale di Enelcaccia

“Con grande orgoglio apprendo la notizia che il nostro Assistente scelto della Polizia Municipale di Bibbiena Jacopo Piantini, è stato riconfermato nel ruolo di...

Alta velocità, il Comitato Sava incontra il Gruppo LFI

Domenico Alberti “senza misure straordinarie di rilancio dell'economia e delle infrastrutture sono a rischio molte famiglie e imprese”   Arezzo - Le prime cinquemiladuecentoventidue firme pro Medio...