Ultime corse per il “wild bus” lungo la pista forestale della Lama

Durerà fino all’11 settembre il servizio di navetta che da Bagno di Romagna, Badia Prataglia e Grigiole-Paretaio permetterà di raggiungere il centro selvaggio del parco nazionale delle Foreste casentinesi, la Lama.

Durante il percorso esperte guide racconteranno le vicende e i segreti di quella antica direttrice forestale che ospitò una ferrovia a scartamento ridotto a servizio forestale. Giunti alla meta verranno effettuate brevi escursioni fino ai margini della riserva naturale integrale di Sasso Fratino. Poi ci saranno attività sul torrente della Lama e laboratori naturalistici.
È possibile raggiungere la Lama anche in bicicletta lungo la pista forestale e poi utilizzare per la risalita il bus dotato di carrello per il trasporto delle biciclette.
Due i programmi: “Alla Lama… in bus” è proposto il mercoledi e il venerdi pomeriggio fino al 9 settembre, “La Foresta della Lama… tra storia e natura” coprirà invece le domeniche fino all’11 settembre (intera giornata). Prevede brevi escursioni fino ai margini della riserva naturale integrale di Sasso Fratino e visita alle principali emergenze storiche e naturalistiche della foresta della Lama. Ci saranno anche laboratori naturalistici per il riconoscimento degli alberi e degli animali della foresta, momenti di gioco e rilassamento. Sono previsti due appuntamenti straordinari nel mese di ottobre: il 16 “Tesori d’autunno: funghi e castagne nelle tradizioni popolari di montagna” e, il 23, “Fall Foliage alla Lama: viaggio alla scoperta dei colori della sua Foresta”.

“La Lama, regno degli escursionisti, rappresenta forse nel modo più compiuto l’esperienza di wilderness nelle Foreste casentinesi. Non a caso siamo ai margioni della prima riserva naturale integrale italiana, quella di Sasso Fratino. Il piccolo bus è un’opportunità che vogliamo offrire ai nostri visitatori, nell’ottica di garantire un accesso il più possibile indifferenziato all’area protetta. Perchè il Parco, forte della sua storia e della natura incontaminata che contiene, possa essere un’esperienza indimenticabile per tutti“. Luca Santini, presidente Parco nazionale. Per la partecipazione è richiesta la prenotazione entro le ore 12 del giorno precedente. La domenica, giorno in cui è previsto il pranzo al sacco, i partecipanti dovranno provvedere autonomamente.
Le prenotazioni possono essere effettuate presso il centro visita di Badia Prataglia (tel. 0575. 559477) o quello di di Bagno di Romagna (tel. 0543. 911046).

U.s. parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna

Ultimi Articoli

Un pensiero ogni tanto: “Il primo stato della lana”

Il primo stato della lana Eccola così come nasce dall’animale; grezza e appena soffice, a prometter calore. Per nulla bianca e anche un poco maleodorante, ma ambita ed essenziale. La...

Colacem, a Natale un bonus di 500 euro ai dipendenti

In occasione del Natale, il Gruppo Financo ha deciso di inserire un bonus di 500 euro netti nella busta paga dei propri dipendenti. “Si tratta”...

L’Isis di Bibbiena al top della classifica Eduscopio

OTTIMI RISULTATI NELLA CLASSIFICA DI EDUSCOPIO  “Soddisfatti per come la nostra scuola emerge dall'annuale classifica di Eduscopio. Avere un posto in classifica così alto significa...