Ultime corse per il “wild bus” lungo la pista forestale della Lama

Durerà fino all’11 settembre il servizio di navetta che da Bagno di Romagna, Badia Prataglia e Grigiole-Paretaio permetterà di raggiungere il centro selvaggio del parco nazionale delle Foreste casentinesi, la Lama.

Durante il percorso esperte guide racconteranno le vicende e i segreti di quella antica direttrice forestale che ospitò una ferrovia a scartamento ridotto a servizio forestale. Giunti alla meta verranno effettuate brevi escursioni fino ai margini della riserva naturale integrale di Sasso Fratino. Poi ci saranno attività sul torrente della Lama e laboratori naturalistici.
È possibile raggiungere la Lama anche in bicicletta lungo la pista forestale e poi utilizzare per la risalita il bus dotato di carrello per il trasporto delle biciclette.
Due i programmi: “Alla Lama… in bus” è proposto il mercoledi e il venerdi pomeriggio fino al 9 settembre, “La Foresta della Lama… tra storia e natura” coprirà invece le domeniche fino all’11 settembre (intera giornata). Prevede brevi escursioni fino ai margini della riserva naturale integrale di Sasso Fratino e visita alle principali emergenze storiche e naturalistiche della foresta della Lama. Ci saranno anche laboratori naturalistici per il riconoscimento degli alberi e degli animali della foresta, momenti di gioco e rilassamento. Sono previsti due appuntamenti straordinari nel mese di ottobre: il 16 “Tesori d’autunno: funghi e castagne nelle tradizioni popolari di montagna” e, il 23, “Fall Foliage alla Lama: viaggio alla scoperta dei colori della sua Foresta”.

“La Lama, regno degli escursionisti, rappresenta forse nel modo più compiuto l’esperienza di wilderness nelle Foreste casentinesi. Non a caso siamo ai margioni della prima riserva naturale integrale italiana, quella di Sasso Fratino. Il piccolo bus è un’opportunità che vogliamo offrire ai nostri visitatori, nell’ottica di garantire un accesso il più possibile indifferenziato all’area protetta. Perchè il Parco, forte della sua storia e della natura incontaminata che contiene, possa essere un’esperienza indimenticabile per tutti“. Luca Santini, presidente Parco nazionale. Per la partecipazione è richiesta la prenotazione entro le ore 12 del giorno precedente. La domenica, giorno in cui è previsto il pranzo al sacco, i partecipanti dovranno provvedere autonomamente.
Le prenotazioni possono essere effettuate presso il centro visita di Badia Prataglia (tel. 0575. 559477) o quello di di Bagno di Romagna (tel. 0543. 911046).

U.s. parco nazionale Foreste casentinesi, monte Falterona e Campigna