Un angelo (il quinto) un po’… casentinese!

Daniela Granieri

Roma, febbraio 2013. Dietro le dimissioni del Pontefice si celano trame oscure. Nel degrado della città eterna, faranno la loro comparsa esseri misteriosi, con l’obiettivo di portare a termine una missione segreta. Una spirale di eventi che si rincorreranno ineluttabilmente tra presente e passato finirà per mettere in discussione ogni certezza. Dal passato riemerge una minaccia, rimasta per secoli nell’ombra che sta per mutare il corso del destino, mettendo a rischio il futuro dell’umanità.
Di questo, in estrema sintesi, parla “Il quinto angelo” (Edizioni Cento Autori), l’ultima fatica letteraria di un collettivo di autori composto da Daniela Granieri, Paolo Foti, Riccado Jevola e Davide Cacace.
Del progetto poi sfociato nella pubblicazione di questo romanzo ne abbiamo parlato con Daniela Granieri, umbra di origini, ma trasferita da tempo proprio in Casentino.
Daniela, come è nata l’idea di scrivere un romanzo a “otto mani”?
Questa cosa nasce per caso ormai quattro anni fa, da un annuncio su Kiiji di un certo Sergio che cerca autori per il suo collettivo. Paolo e Davide fanno già parte del collettivo, mentre Stefano (Riccardo Jevola) ed io rispondiamo all’annuncio.
Quattro perfetti sconosciuti uniti solo dall’amore per la scrittura.
Immagino che scrivere un romanzo in 4 non sia una cosa semplice. Come ci siete riusciti?
La cosa difficile è stata conciliare quattro stili diversi, senza stravolgerli ma amalgamandoli l’uno con l’altro fin a dare un senso di continuità a tutta l’opera. Chi non sa che sono quattro penne crede che sia frutto del lavoro di un solo autore. E questo, per noi, è già una soddisfazione immensa.
Però tra noi era nato un legame speciale, una sintonia direi straordinaria che, unita ad una grande forza di volontà, ci ha portato a vedere pubblicata la nostra opera!
E di cosa parla questa vostra opera?
La casa editrice Cento Autori di Napoli (quella del “Il racconto nel cassetto”) lo ha definito un trhiller. In realtà è questo e molto di più, o molto di diverso. C’è una Roma simbolo del degrado di oggi. Ci sono uomini persi, uomini che salvi e uomini che salvano gli altri. C’è un’organizzazione che vuole cambiare il destino dell’umanità per vendetta. Ci sono quattro angeli che devono consegnare un messaggio, ma forse solo uno conosce la verità. Quattro anime pure che impareranno molto dagli uomini. E che forse così pure non sono. C’è il quinto angelo…
Niente è come sembra. Il destino è scritto o è una pagina bianca? Ed è giusto salvare chi non vuole essere salvato? Tante sfumature, tanti modi di amare diversi si manifesteranno in un susseguirsi di vicende che porteranno i nostri angeli a fare delle scelte. Niente sarà più come prima. Così doveva essere.
Il romanzo, come si dice, è fresco di stampa. Dove lo si può acquistare?
La nostra creatura, che speriamo piaccia al pubblico la centesima parte di quanto piace a noi, è disponibile su varie piattaforme online: Hoepli, Mondadoristore, Mondouniversatario, Ibs, Libreria universitaria, Librococo, Amazon e Feltrinelli.
Gli autori
Daniela Granieri. Nata in Umbria nel 1961 e trasferita da tempo in Toscana, partecipa con successo a diversi concorsi letterari ottenendo la pubblicazione in diverse antologie: Un racconto per San Marcello, Concorso le Quattro porte Pieve di Cento, Cifa for Children e altri. Collabora da molti anni con il settimanale Confidenze edito da Mondadori.
Paolo Foti. Di origini venete, si laurea in ingegneria in un prestigioso ateneo italiano. Tra le sue opere, il ciclo fantasy/storico Apocangelica e il racconto lungo Mostri dal nulla.
Riccardo Jevola. Nato a Firenze dove vive e lavora, ha pubblicato tre romanzi: Kimmérios (2000 e 2005), Maktra (2003), Primus Acto (2012). Vari i racconti pubblicati nel Web e su riviste. Da segnalare Romanzo Italiano (2010).
Davide Cacace. Avvocato e giurista per professione. Dopo essersi cimentato nella scrittura scientifica correlata alla sua professione di legale (“Le risorse economiche nelle società dilettantistiche”, la “Giustizia Sportiva, capitolo su Taekwondoo, entrambi in RDES), ha iniziato a dedicarsi alla scrittura creativa ed alla narrativa in genere.