Un convegno in memoria di Alfredo Bresciani

Alfredo Bresciani

Un convegno in memoria di Alfredo Bresciani per rilanciare la castanicoltura in Casentino: appuntamento il 31 ottobre.

L’Unione dei Comuni Montani del Casentino pone l’attenzione sulla coltura del castagno e lo fa promuovendo un convegno in memoria di Alfredo Bresciani, ex dipendente dell’Ente, tecnico conosciuto in tutta la Regione per le sue capacità e per la sua grande passione per le foreste. Bresciani è venuto a mancare improvvisamente lo scorso maggio e come riconoscimento per il lavoro svolto in 30 anni di servizio, l’assessore alla cultura Eleonora Ducci, durante il convegno, consegnerà alla figlia una targa con una dedica speciale. Il programma della giornata prenderà il via alle 9 nella Sala Consiliare dell’Unione dei Comuni con i saluti del Presidente Lorenzo Remo Ricci, del sindaco di Loro Ciuffenna Moreno Botti e dell’assessore alle infrastrutture, viabilità e urbanistica Vincenzo Ceccarelli. Alle 9,30 si aprirà una sessione dedicata agli approfondimenti con gli interventi di alcuni esperti dell’Università di Firenze e dell’Ente. Alle 12 ci sarà un dibattito seguito da un buffet organizzato dalla Brigata di Raggiolo (Prenotazione obbligatoria). Alle 14 prenderà il via una seconda sessione, questa volta all’Ecomuseo della Castagna di Raggiolo, dove è previsto l’intervento del sindaco Emanuele Ceccherini, del presidente della Brigata di Raggiolo Paolo Schiatti e per l’Ecomuseo del Casentino di Andrea Rossi. Dopo alcuni richiami alla storia del castagno e alla tradizione, alle 16 si svolgerà una visita guidata al Seccatoio e al Mulino ad acqua. Il convegno si inserisce nella cornice delle attività di indagine e ricerca (#Pratomagno 5P) portate avanti nell’ambito della messa a punto del progetto di paesaggio del Pratomagno promosso dalla Regione Toscana. “Quella di giovedì sarà una giornata che vuole promuovere il castagno per rilanciare questa coltura nel territorio – ha spiegato il presidente Ricci – il convegno approfondirà il tema della castanicoltura con esperienze, prospettive e richiami alla tradizione. Sarà l’occasione per ricordare anche un esperto in materia come Alfredo Bresciani che ha davvero lasciato un segno nell’ente. Durante l’evento la coltura/cultura del castagno, che rappresenta una delle specificità più evidenti di questo territorio, sarà trattata in un’ottica interdisciplinare attraverso il contributo di dipartimenti universitari ed esperti del settore: dagli aspetti naturalistici e forestali a quelli economico-produttivi, da quelli storico-antropologici a quelli culturali-percettivi. Compito dell’iniziativa è quello di sensibilizzare e comporre una base conoscitiva per tecnici, amministratori ed imprenditori per una valorizzazione delle esperienze in atto e lo sviluppo delle potenzialità verso un rilancio della castanicoltura in Casentino. “Abbiamo pensato di dedicare questa giornata ad Alfredo Bresciani consapevoli di quanto avrebbe apprezzato i temi trattati – ha commentato la Ducci – consegneremo un riconoscimento alla famiglia, un dono sentito dai colleghi ma anche dagli amministratori per la professionalità e per l’esemplare attaccamento che Alfredo aveva per il territorio e per le sue foreste”.

 Unione dei Comuni Montani del Casentino – Ufficio Stampa