Un laboratorio scientifico in ricordo di Alessio

“Il piacere della scoperta nel ricordo di Alessio”. E’ il titolo della giornata inaugurale del laboratorio scientifico-tecnologico all’Istituto comprensivo statale Garibaldi di Capolona.
Sabato 20 maggio alle ore 16,30, presso l’auditorium della scuola, si svolgerà la presentazione del progetto ed taglio del nastro. L’iniziativa è stata realizzata dall’associazione “Ale per sempre onlus” in collaborazione con l’istituto scolastico ed i comuni di Subbiano e Capolona. Il laboratorio a lui intitolato vuole sottolineare come fosse forte e coinvolgente il suo interesse per gli esperimenti scientifici ed il gusto per la scoperta.
Lo spazio a lui intitolato è un’aula già adibita a laboratorio ma che, grazie a questa lodevole iniziativa, è stato riorganizzato con nuovi arredi e creando, ex novo, una zona per la progettazione e la stampa 3D, una per il laboratorio di chimica e scienze e una dedicata alla robotica tramite l’uso di Lego Education.
Il laboratorio diventerà quindi un punto di incontro tra manualità, creatività, tecnologia e scienza e potrà essere utilizzato dagli studenti dell’intero istituto, oltre che dalla comunità in particolari occasioni e progetti.
La cittadinanza è invitata.

CONDIVIDI
Articolo precedenteA piedi da Larniano alla Verna
Prossimo articoloStia, Museo dell’arte della Lana: Il Granduca e il Casentino
Maria Maddalena Bernacchi
Maria Maddalena Bernacchi, nata a Compito, Chiusi della Verna, vive e lavora tra Compito ed Arezzo. Negli ultimi anni dell’istituto magistrale “Vittoria Colonna” di Arezzo ha collaborato al settimanale “La Voce” ed al quotidiano “La Nazione”. Specializzata in fisiopatologia ha insegnato ad Arezzo per quarant’anni. Quale insegnante tutor di storia per il Provveditorato agli Studi di Arezzo ha tenuto corsi di formazione sulla didattica della storia contemporanea pubblicando “Il campo-profughi di Laterina” e “Dal locale al globale, esperienze per l’insegnamento della storia”. Per la nipote ha scritto e pubblicato “Ninne-nanne, filastrocche, proverbi e… Una nonna si racconta”. Collabora con Casentinopiù dal 2010, tenendo, con la figlia Silvia la rubrica “Storia e Territorio”.