Un Natale diverso, la scelta dei commercianti di Ponte a Poppi

Il Natale che stiamo per festeggiare sarà sicuramente una festa diversa sotto molti aspetti. L’emergenza sanitaria, purtroppo, ha modificato radicalmente le nostre abitudini e ha colpito tutti più o meno duramente. Il commercio, per ovvi motivi (chiusure forzate, restrizioni alla circolazione delle persone, etc.) ha subito davvero un brutto colpo e alcune attività faticheranno a riprendersi. In questa ottica, ci è piaciuta molto la scelta dell’Associazione Attività Produttive di Poppi che ha deciso di festeggiare un Natale… diverso. Il Direttivo dell’Associazione, infatti, per non gravare ancora di più sulle tasche dei propri associati e chiedere anche quest’anno l’annuale quota associativa, ha deciso di procedere in modo diverso. Non sono state installate le solite luminarie lungo tutto il paese (il costo è molto oneroso), ma i suoi componenti si sono rimboccati le maniche e hanno deciso di addobbare il paese “in economia”, con fantasia, inventiva, buona volontà, olio di gomito e qualche domenica passata a lavorare per strada anziché nelle rispettive attività.

Sono nati così i tradizionali ceppi natalizi, gli gnomi che spuntano qua e là lungo le vie del paese, le grandi cornici per scattare qualche foto con uno sfondo d’eccellenza, i piccoli babbi Natale ricavati dai tronchi e le bellissime natività in legno e plexiglass posizionate all’inizio e alla fine del paese (vedi fotogallery alla fine dell’articolo).

È stata una scelta vincente, condivisibile sotto molti aspetti che ha unito un intero paese e ha lanciato un messaggio preciso: il paese sarà anche un po’ più buio, ma è comunque addobbato a festa, con installazioni artigianali fatte con il cuore e le luci che mancano sono state accese in un altro modo, con la solidarietà.  Infatti, il bando regionale recentemente vinto dall’Associazione, non è stato investito per un po’ di catenarie luminose, ma per contribuire a donare alla Misericordia di Poppi una speciale sedia per il trasporto dei disabili applicabile ai mezzi di soccorso.

Il Comune di Poppi, in ogni caso, ha fatto la sua parte erogando all’Associazione un contributo economico che è stato utilizzato per coprire le spese fin qui sostenute (Poppi Estate 2020 e Natale 2020).

In sostanza, il messaggio che ha voluto lanciare l’Associazione Attività Produttive di Poppi è semplice e, in un anno particolare come quello che stiamo per concludere, anche simbolico: insieme, uniti, si possono fare tante cose anche spendendo poco e si può  trascorrere un Natale diverso, senza tante luci, ma più autentico e sincero.