Un nuovo percorso di studi per i giovani casentinesi: a Poppi prende vita l’indirizzo “Servizi culturali e dello spettacolo”

Questa mattina alle ore 10 a Poppi è stato ufficialmente presentato il nuovo indirizzo di studi per la scuola secondaria di secondo grado “Servizi culturali e dello spettacolo”, una specializzazione dell’Isis Enrico Fermi di Bibbiena, che aprirà dal prossimo anno scolastico con sede a Poppi. Si tratta di un’opportunità per i giovani del territorio, fortemente voluta dal dirigente Egidio Tersillo e dall’amministrazione comunale di Poppi che punta sempre più, anche in ambito formativo, ad offrire un ventaglio completo di servizi.

“Ringrazio il dirigente Tersillo per la nuova proposta formativa che prenderà vita nel nostro comune – ha dichiarato il sindaco Carlo Toni – i nostri giovani avranno la possibilità di scegliere un percorso di studi al passo con i tempi e potranno così affacciarsi al mondo del lavoro già pronti e formati. Come amministrazione lavoriamo molto affinché in Casentino si creino i presupposti per restare o per tornare, e riuscire a garantire una buona offerta formativa è sicuramente un punto di forza nella lotta allo spopolamento. Il nuovo percorso ci permetterà inoltre di continuare ad utilizzare una struttura scolastica completamente riqualificata e valorizzata, con aule all’avanguardia e tante potenzialità”.

“Con questo nuovo percorso di studi rinforziamo e arricchiamo l’offerta formativa per i giovani casentinesi – ha dichiarato l’assessora al sociale e alla scuola nel comune di Poppi Giovanna Tizzi – spesso i ragazzi che vivono nelle aree interne, lontane dalle grandi città, subiscono una disparità a causa del limitato ventaglio di specializzazioni che vengono offerte dal territorio e si vedono costretti ad allontanarsi e trasferirsi. Il nostro obiettivo è quello di incrementare i servizi e le opportunità, anche in ambito scolastico, assicurando così una prospettiva di crescita alla nostra vallata”.

Scegliendo il nuovo indirizzo in servizi culturali e dello spettacolo, i ragazzi apprenderanno capacità di ideazione, progettazione, produzione e distribuzione dei prodotti audiovisivi e fotografici nei settori dell’industria culturale e dello spettacolo e i new media, con riferimento all’ambito locale, nazionale e internazionale. Il diplomato sarà capace di produrre e diffondere in maniera autonoma immagini e suoni, adattandoli ai diversi mezzi di comunicazione e canali di fruizione: dal cinema alla televisione, dallo smartphone al web, dai social all’editoria e agli spettacoli dal vivo e ogni altro evento di divulgazione culturale.

“Sono molto contento di poter offrire al territorio casentinese un’ulteriore opportunità formativa e conseguentemente una possibilità di impiego che unita ai corsi Itis e professionale manutentori e sanità, completa una scuola che cerca sempre di essere al passo con i tempi innovandosi secondo i mutamenti del mercato del lavoro – ha dichiarato il dirigente scolastico dell’Isis Fermi Egidio Tersillo – ringrazio le amministrazioni comunali che hanno creduto e sostenuto questo nuovo progetto e la vice preside Adriana Berti che ha collaborato con professionalità e competenza all’apertura della specializzazione”.

Al termine del percorso gli studenti avranno accesso a tutti i percorsi universitari e ai corsi di formazione tecnica oppure potranno inserirsi nel mondo del lavoro direttamente o attraverso i percorsi di studio e di lavoro per l’accesso agli albi delle professioni tecniche. La nuova specializzazione attribuirà agli studenti la qualifica di cineoperatore, tecnico della fotografia e tecnico di montaggio grazie alla conoscenza e all’utilizzo delle più innovative tecnologie del settore, collaborando con enti e associazioni del mondo del cinema e del teatro, e partecipando a set cinematografici con emittenti televisive e con il mondo della cultura in genere.