Un pensiero al giorno: Beppe e il suo “Giacomo”

Beppe Cerini e il suo Giacomo

Beppe e il suo “Giacomo”

Ci sono gesti che fanno i giorni ed il tempo,

gesti normali, che compiono quotidianità intrise di vita,

come la quotidianità di Beppe Cerini.

Beppe che passa i suoi giorni a stretto contatto col suo amore peloso,

quel cagnolino al quale ha voluto dare un nome da essere umano,

e che lo ha riempito di tutto l’amore del mondo.

Beppe aveva bisogno di quella compagnia fedele e vivace,

gli serviva a smuover le proprie giornate.

E ora c’è “Giacomo” che lo accompagna nei giorni, seguendolo ovunque,

è “Giacomo” che dorme con lui, e che si muove per lui,

e loro due insieme, che son diventati un tutt’uno di bello e significante.

A starla a guardare, questa coppia perfetta, sazia gli occhi ed il cuore,

starli a guardare nelle cose più semplici,

come quando Beppe condivide la mela con quel suo amore peloso,

e gliene prepara piccole rondelle sbucciate, come farebbe un nonno col bimbo.

Condividere una mela con un amore peloso, vuol dire tanto,

e spesso, se questo gesto viene compiuto a più di ottant’anni…

vuol dire tutto!

Grazie al mio amico Beppe Cerini che mi strabilia ogni volta, e a sua figlia Nadia

Che è il mio “Gancio” perfetto.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedente13/04: Covid, in Casentino 6 nuovi casi
Prossimo articoloVaccino AstraZeneca, agende aperte per gli over 70 in Toscana
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.