Un pensiero al giorno: “Come col cilindro”

Foto di Kranich17 da Pixabay

Come col cilindro

Sarebbe bello far apparire ciò che desideriamo,

come fa il mago col suo cilindro;

un colpetto di bacchetta, e il coniglio esce fuori dal cappello,

o magari, aprire le carte a ventaglio e veder rigirata al contrario,

quella che avevamo prescelto.

Ma la magia spesso è anche nelle nostre mani,

e ancor più magiche sono le mani di colui che si accontenta.

In fondo, spesso siamo artefici della nostra vita,

ne siamo i gestori, gli inventori.

La magia più importante è quella dell’aver bisogno di dare,

che sia un sorriso, una pacca sulla spalla, una buna parola,

un pensiero,

perché tutto conta e può essere indispensabile, talvolta.

È la magia di non essere soli,

e la avverti ogni volta che dai, o ricevi una buona parola…

et voilà, come un coniglio che esce fuori dal cilindro di un prestigiatore!

A Paolo, che ultimamente ha bisogno di buone parole…

CONDIVIDI
Articolo precedenteSanità: Vagnoli interviene ancora sulla mancanza di personale
Prossimo articoloQuestionario per i ragazzi delle scuole sulla pandemia: ecco i risultati
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.