Un pensiero al giorno: “Il treno”

 

Il treno

Mi passa vicino il treno, più volte in un giorno.

Lui che accompagna le vite, appare più triste

Più vuoto.

E’ orfano di lavoratori, di ragazzi e cultura.

Ne rimane il rumore però, l’ondata di vento

Che trascina con sé tutto ciò che è leggero.

Non vi è colore all’interno…

Però comunque si muove,

cammina, fa vibrare le case

talvolta ti sveglia col suo fischio infernale.

C’è un volto assonnato ad un finestrino,

chissà dove va, chissà dove porta il suo essere,

chissà se è felice.

Perché il treno è anche questo, ti presenta persone

Che ti strappa in un attimo solo!

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.

Ultimi Articoli

La Regione finanzia 5 comuni casentinesi per la videosorveglianza

La Regione assegna a 14 comuni aretini 233.000 euro per la videosorveglianza. La Giunta raddoppia lo stanziamento dell’ottobre dello scorso anno quando furono 38 Comuni...

Bambini e sport: perché è importante e quali sono i più adatti

Lo sport fa parte della nostra cultura e quotidianità. Potente strumento in grado di abbattere ogni barriera, l'attività fisica aiuta grandi e piccoli a...

Acquisti online, i numeri del 2022: gli errori da evitare

Negli ultimi anni le abitudini degli italiani sono cambiate radicalmente, per merito del digitale, che ha spinto moltissimi consumatori a rivolgersi all'online per i...