Un pensiero al giorno: “Il viso di una notte”

Il viso di una notte

Tutto precipitava e faceva paura,

quella paura di non arrivare in tempo,

di non afferrare qualcosa.

Il cuore batteva fin nella gola,

nelle tempie, facendo vibrare l’intera anima.

Mentre scendevo le scale,

la paura tangibile di non farcela,

e la speranza che si affacciava ogni pochino,

con l’intento di tenermi in piedi.

Poi, fuori c’eri tu.

Il tuo viso, mentre ti toglievi il pastrano che ti proteggeva,

la maschera e la visiera, utili al caso.

Eri stanca e arrabbiata con l’ennesimo dolore,

mentre il tuo viso veniva fuori pian piano

e io per istinto, ti ho chiesto se eri tu.

Non so il perché sia successo,

forse il disperato bisogno di averti lì…

con me, quella sera!

A Tania… grazie

 

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.

Ultimi Articoli

Pratovecchio, torna il Galà Lirico con l’Orchestra Filarmonica Enea Brizzi

Sabato 20 e domenica 21 due serate imperdibili con la grande musica operistica Da alcuni anni è ormai una tradizione, ma ogni volta propone qualcosa...

Un doppio concerto nel cuore di Raggiolo

Lunedì 22 agosto torna l’appuntamento di “Jazz alla Bastia” con l’Ivan Elefante Quartet. La Filarmonica di Soci suonerà venerdì 26 agosto un omaggio ai...

Centenario: Castel Focognano festeggia Angiolo Cardini, la consegna della targa da parte del sindaco Ricci.

Il sindaco di Castel Focognano Lorenzo Ricci ha consegnato una targa ricordo in occasione del Centenario di Angiolo Cardini. Alla presenza di un’intera comunità, quella...