Un pensiero al giorno: “La mia penna”

Karolina Grabowska da Pixabay"/>

La mia penna

La mia penna non è solamente un cilindretto colorato,

un qualcosa con la punta che macchia,

ma un tramite.

La mia penna affinché funzioni, deve fare un tragitto preciso

Come se avesse un filo, un filo diretto che parte dalla testa,

accarezza pian piano i circuiti del cuore

e sfocia nella mano, e quando ci arriva fa giochi sublimi,

girigogoli assurdi che si fissano sulla carta,

sui pensieri, sulla mia anima,

e sull’anima della gente…

avrò sempre il mio cilindretto colorato fra le dita,

per voi, per te e anche per me!

CONDIVIDI
Articolo precedente27/01: Coronavirus, in Casentino 5 nuovi casi
Prossimo articoloCuriosità, misteri e maledizioni: quello che non sai sulla roulette
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.