Un pensiero al giorno: “L’esempio dei bambini”

PublicDomainPictures da Pixabay"/>

L’esempio dei bambini

Loro si che hanno saputo accettare,

si sono adeguati, piegati al volere dei grandi.

Sono andati a scuola, e poi NON sono andati a scuola,

si sono coperti la faccia senza tanti problemi e tanti perché,

si sono fidati di noi e si sono lavati le mani fino a farsi un po’ male,

sono stati lontani dagli amici e i vicini di banco.

Hanno rinunciato allo sport, ai compleanni, alle piccole feste.

Hanno dovuto comprendere il pensiero dei grandi

e ci sono persino riusciti.

Non si sono mai lamentati, riuscendo a far proprio l’inverosimile.

Hanno rinunciato ad andare dai nonni e dovuto pensare di essere pericolosi per loro.

Hanno dovuto farsi tamponi e tamponi a ogni linea di febbre

e anche ad ogni starnuto.

Hanno ascoltato le mamme al mattino dir loro di non toccare gli altri bambini,

e la cosa bella che loro, sono riusciti a far tutto questo…

morbidi e malleabili sotto le nostre dita…

Non possiamo dire lo stesso per molti di noi adulti.

Siete grandi bambini!

Alla profondità di Elena Gargiani

 

CONDIVIDI
Articolo precedente14/03: Covid, in Casentino 13 nuovi casi
Prossimo articoloCoronavirus, 1.106 nuovi casi, con età media di 44 anni; 11 i decessi
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.