Un pensiero al giorno: “Mura diroccate”

Mura diroccate

Le mura diroccate raccontano sempre qualcosa.

Quelle mura hanno respirato del fiato della gente,

hanno sbattuto gli occhi,

ogni volta che si chiudevano e aprivano le sue finestre,

hanno gioito delle gioie e sofferto delle pene abitate.

Le mura diroccate hanno avuto porte che si sono chiuse alla sera

e riaperte ad ogni inizio del giorno,

hanno guardato bambini corrervi dentro

e donne col ventre ancora rigonfio.

Hanno guardato vecchi tornare dai campi alla sera

con stivali sporcati dal fango

e donne dalle chiome ormai bianche rimaste in attesa di loro.

Le mura diroccate sono appartenute a qualcuno

Ed ogni pietra racconta un pezzetto di vita…

Come un puzzle che se riesci ad assemblarlo, ti dice qualcosa!

 

 

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.

Ultimi Articoli

Differenziata a Capolona, Pasqui: “Noi pesantemente penalizzati”

Alcuni giorni fa l’assessore regionale  Monia Monni è arrivata a Capolona in occasione di un seminario sulle Comunità energetiche.  In quell’occasione l’amministrazione comunale ha così deciso...

Addio a Pierina Vannini, la mamma del sindaco Carlo Toni

Se ne è andata questa notte, all'età di 92 anni, Pierina Vannini, madre del Sindaco di Poppi Carlo Toni. Piera era molto conosciuta nel...

A Fondazione Baracchi “Scalpiccii Sotto i Platani – L’Eccidio di Sant’Anna di Stazzema” di e con Elisabetta Salvatori

Podcast: tempo di ascolto dell'articolo 2'40"  Una drammatica pagina della nostra storia al centro di una emozionante narrazione teatrale. E’ davvero un evento da non...