Un pensiero al giorno: “Quando il dolore ferisce”

Quando il dolore ferisce

Non sei tu che parli

la malattia ti ha stravolto la mente e ti ha resa diversa

talvolta anche cattiva, ma non puoi essere tu.

Tu che sei stata un fiore delicato e perfetto

e hai sempre vissuto senza mai alzare la voce,

hai dato carezze e rivolto sorrisi

e hai sempre preso le difese della gente più fragile.

La persona che siede su quella seggiola non sei più tu.

Tu non sai guardare con gli occhi cattivi,

ti fidi degli altri e tendi loro la mano,

non sai inveire vomitando insulti su insulti

e il tuo viso non si contrae dalla rabbia.

La tua testa bianca rammenta il candore

ma non più le tue labbra.

Ecco, adesso ti porgo una pillola rosa

quella che ti farà rilassare un pochino

così non sarai più arrabbiata,

ma sei sempre meno la donna che porta il tuo nome!

A tutta quella gente a cui il suo essere non appartiene più!

Marina Martinelli
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce nel 1964 e “arranca” tutta la vita alla ricerca della serenità, quel qualcosa che le è stata preclusa molto spesso. La scrittura è per lei una sorta di “stanza” dove si rinchiude volentieri immergendosi in mondi sconosciuti e talvolta leggiadri. Lavora come parrucchiera a Poppi e gestisce il suo salone con una socia. E' madre di due figli che sono per lei il nettare della vita e scrive, scrive ormai da molti anni anche per un Magazine tutto casentinese che si chiama “Casentino Più”. È riuscita a diventare giornalista pubblicista grazie proprio al giornale per cui scrive e questo ha rappresentato per lei un grande traguardo. Al suo attivo ha ben sette libri che sono: “Le brevi novelle della Marina", “L’uomo alla finestra”, “Occhi cattivi”, “Respira la felicità”, “Un filo di perle”, “La sacralità del velo”, “Le mie guerriere, quel bastardo di tumore al seno”. Attualmente sta portando avanti ben due romanzi ed è felice! È sposata con Claudio, uomo dall’eterna pazienza.

Ultimi Articoli

L’uva Sangiovese: l’anima della viticoltura italiana

Il vitigno Sangiovese, emblematico e profondamente radicato nella tradizione enologica italiana, in particolare della Toscana, rappresenta l'anima di alcuni dei vini rossi più celebrati...

Il Casentino punta sull’artigianalità con l’azienda Freschi&Vangelisti

Denise Vangelisti:” Si può andare avanti solo guardandosi indietro. L’artigianalità e la riscoperta della bellezza saranno le nuove sfide del futuro” “Sostenibilità, artigianalità e umanità....

Fermento in Casentino: l’allarme del Comitato Casentino libero dai nuovi OGM

Cosa sono i nuovi OGM e perché c'è preoccupazione nel mondo dell'agricoltura Casentino (AR) - C’è fermento nel mondo dell’agricoltura e inquietudine da parte dei...