Un pensiero al giorno: “Serenata dolorosa”

Foto di Cor Gaasbeek da Pixabay

Serenata dolorosa

Quanto amore in quelle note vibrate,

donate da fuori il reparto,

in cui la sua metà lottava tra la vita e la morte.

Lui, aveva trovato il modo di starle vicino,

un modo fatto di musica, fatto di suono.

Teneva alta la testa quell’uomo

e guardava verso quella finestra, che custodiva il suo amore,

guardava su in alto, e continuava a suonare.

Era l’unico modo che aveva

per non lasciarla da sola,

per dirle che c’era, che le era vicino,

per raccontarle che la loro storia

aveva avuto un senso importante…

un senso di vita.

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteIncidente a Soci: il conducente dell’auto elitrasportato a Siena
Prossimo articoloCasentino On The Road: scoprire il Casentino da una nuova prospettiva
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.