Un pensiero al giorno: “Strisce pedonali”

Strisce pedonali

C’è un ragazzino sulle strisce pedonali,

è titubante, anche se le auto provenienti dalle due direzioni

vanno abbastanza con calma.

Il ragazzino tentenna, sicuramente gli è stato insegnato di fare attenzione,

di non fidarsi di essere sulle strisce perché a qualcuno

non frega proprio niente se sei lì sopra e vuoi attraversare.

Ricordo quei tempi quando le auto si fermavano,

e tu magari, neanche volevi attraversare la strada.

Quei tempi dove il rispetto si coglieva anche così,

Sulle strisce pedonali…

Su quelle strisce di cui un ragazzino non riesce a fidarsi!

Poi un signore si ferma, arresta la sua auto e lo lascia passare,

mentre il ragazzino correndo, alza la mano e ringrazia.

Un gesto, un sorriso, una ventata di buono!

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedente28/02: Coronavirus, in Casentino 10 nuovi casi
Prossimo articoloPolemica a Subbiano: la replica di Antonio de Bari alla sindaca
Marina Martinelli
Marina Martinelli nasce a San Piero in Frassino nel dicembre del 1964. Oggi vive e lavora a Poppi, dove condivide un salone di parrucchieria col marito. Ha due figli che sono la sua vita e la scrittura è la sua più grande passione, infatti ha pubblicato due libri di novelle e tre romanzi. A primavera uscirà il suo sesto romanzo che sarà macchiato di giallo. Da anni collabora con la rivista casentinese CasentinoPiù.